Silvestri 8 Nel primo tempo si limita a respingere una conclusione di Lazzari. Nella ripresa diventa determinante su Milinkovic-Savic e Fares e addirittura prodigioso quando, in precario equilibrio, respinge un pallone involontariamente deviato da Magnani. Semplicemente monumentale.

Lovato 7 Esce dalla linea difensiva per prendersi cura di Milinkovic-Savic. Esclusi i primi dieci minuti dove “rischia” la sostituzione, la sua prestazione è attenta e senza il minimo errore.

Magnani 7 Argina Immobile con l’esperienza, al quale concede qualcosa in rapidità, mentre duella alla pari con Caicedo in una sfida tutta muscoli. Praticamente imbattibile di testa. 

Dawidowicz 6,5 Concede, forse, troppo spazio a Caceido anche se il gol è più merito del centrattacco laziale. Chiude ogni varco.

Faraoni 7 Cresciuto nel settore giovanile biancoceleste è animato dalla voglia di fare bella figura. Partita di grande sacrificio. Assist vincente per Dimarco 

Veloso 6 I ritmi alti non lo favoriscono. Sempre intelligente nella gestione della palla.

Baràk 6,5 Perde, per fortuna senza conseguenza, una palla velenosa al limite dell’area. Prezioso quando la Lazio alza la pressione.

Dimarco 7 Primo tempo di notevole spinta suggellato dal gran gol del vantaggio. Nella ripresa, quando la Lazio alza i giri, sale con maggior parsimonia privilegiando la fase di copertura.

Salcedo 6,5 Abile a muoversi tra le linee. Determinante nell’azione del 2-1 quando mette pressione a Radu, inducendolo all’errore. (Dal 31’ s.t. Colley 6 Entra quando la battaglia è in pieno svolgimento. Ammonito per eccessivo agonismo )

Zaccagni 6,5 Abile nella difesa della palla, è sempre determinante quando accelera. Costringe ripetutamente al fallo Parolo. A inizio ripresa, a testimonianza di uno stato di forma eccellente, effettua una diagonale difensiva da manuale. (dal 41’ s.t Lazovic s.v. Contribuisce a tenere la palla lontano dalla porta di Silvestri)

Tamèze 8 La mossa a sorpresa che nessuno si sarebbe mai aspettato. Detta i tempi del pressing, sfiora il gol di tacco e segna la rete del vantaggio con un movimento degno del miglior attaccante. Assieme a Silvestri il migliore della serata. (dal 23’ s.t. Favilli 6 porta peso e centimetri. Contribuisce a far risalire la squadra )

Juric 8 Sorprende tutti con Tamèze nella posizione di falso centravanti e manda Lovato su Milinkovic-Savic, questa sera fonte del gioco biancoceleste. Pressing alto, ritmo intenso e grandissima concentrazione rappresentano ancora una volta i fattori vincenti. La vittoria è un altro suo grande capolavoro.

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 13 dicembre 2020 alle 00:15
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print