Silvestri 8 Non finisce di stupire. Disinnesca alcune pericolose conclusioni con una serie di interventi prodigiosi. Sempre attento e ben posizionato. Tradito da una deviazione involontaria di Magnani, viene graziato da Ibrahimovic sul rigore mentre nulla può sul colpo di testa del centravanti rossonero che fissa il risultato finale. 

Ceccherini 6,5 Partita di grande concentrazione e sacrificio. Lotta all’arma bianca su ogni pallone senza badare ai ricami. Da un suo colpo di testa, respinto dalla traversa, prende corpo il gol del vantaggio. 

Magnani 7 Sontuosa marcatura su Ibrahimovic al quale toglie il fiato con anticipo ed elevazione. Protagonista involontario con una sfortunata deviazione quando il Milan accorcia le distanze. Un nuovo malanno muscolare lo costringe a dare forfait (dal 72’ Çetin 5,5 rientra dopo uno stop di alcune settimane. Soffre la fisicità di Ibrahimovic al quale concede centimetri in occasione del gol del pareggio)

Lovato 6  Nel primo tempo patisce la velocità di Leao ma si arrangia, quando può, con mestiere. Provoca ingenuamente il rigore quando rifila un calcione in piena area a Kessie. Non abbassa mai il livello di attenzione.

Lazovic 6 Partita di grande abnegazione in fase difensiva dove diventa di grande aiuto nei raddoppi su Leao nel primo tempo e su Rebic nella ripresa. 

Dawidowicz 6,5 Porta muscoli e centimetri nella zona mediana nel campo, Effettua un paio di chiusure da applausi. Deve alzare bandiera bianca per un problema fisico (dal 62’ Tamèze 6 per la prima volta in stagione parte dalla panchina. Contibuisce a costruire l’argine davanti a Silvestri)

Ilić 5,5 La fisicità dei centrocampisti rossoneri gli impedisce di mettere in mostra le proprie qualità. (dal 68’ Udogie 6 esordio in serie A, e per di più a San Siro. Dimostra di avere personalità. )

Dimarco 6,5 Il suo duello con Calabria è uno delle cose più belle dell’incontro. Efficace in difesa, pronto a far ripartire l’azione. Imbeccato da Zaccagni calcia incredibilmente alto a pochi metri dalla posta. Era, però, sul piede sbagliato

Baràk 6 Terza rete di fila. Questa volta mette dentro il pallone del vantaggio con un abile tap-in. Dopo il gol va a corrente alternata con qualche pausa di troppo. L'impegno è comunque lodevole.

Zaccagni 8 Con Silvestri il migliore dei gialloblù. Con le sue accelerazioni mette continuamente in crisi la retroguardia rossonera. Serve tre assist d’oro e calcia il pallone dal quale scaturisce la deviazione di Calabria in occasione del raddoppio. La prima convocazione in Nazionale è strameritata.

Kalinić 6 Il primo squillo è dopo pochi minuti quando impegna sottomisura Donnarumma. Poi, complice anche una squadra che fatica a ripartire, riceve pochi palloni giocabili. (dal 62’ Colley 5,5 porta un pò di vivacità nel concitato finale con un paio di accelerazioni. )

Juric 6,5 Sceglie Dawidowicz per arginare la fisicità del centrocampo rossonero. Soffre a tratti la maggior qualità del palleggio della formazione di Pioli ma senza che vengano mai meno concentrazione e impegno. Dopo un buon primo tempo, nella ripresa la squadra subisce la pressione milanista che nel finale si trasforma in un vero e proprio assedio. Azzecca la marcatura di Ibrahimovic peccato che ancora una volta gli infortuni muscolari gli scombinino i piani. La sosta per gli impegni delle Nazionali capita a puntino.

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 08 novembre 2020 alle 23:50
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print