Silvestri 5,5 : Sulla punizione la traiettoria vincente di Krunic è pregevole tuttavia non appare del tutto esente da responsabilità. Nulla può, invece, sul raddoppio di Dalot. Per il resto è attento e reattivo quanto basta. 

Magnani 5,5 Ingenuo, quando in evidente ritardo, abbatte Krunic, che si conquista e trasforma la punizione dell'1-0. Si fa, comunque, valere di testa. Nella ripresa, da centrale, effettua alcune buone chiusure.

Günter 5 Marca a uomo Lèao, che perde nel primo tempo quando, per sua fortuna, spedisce alto di testa. La direzione della retroguardia non è impeccabile come altre volte (dal 11’ s.t. Dimarco 6,5 cerca di cambiare l’inerzia del match. Con due conclusioni respinte è lui l’uomo più pericoloso dei gialloblù)

Ceccherini 6 Seconda da titolare dopo il recente infortunio. Tutto sommato fa il suo senza strafare ma anche senza commettere errori. Nel finale sfiora il gol di testa.

Faraoni 5,5 A Benevento era stato tra i migliori. Stavolta anche lui risente della giornata storta di tutta la squadra. Il suo colpo di testa che potrebbe riaprire la partita viene respinto sulla linea.

Tameze 6 Rimesso in sesto dopo i crampi di Benevento. Regge il confronto con Kessie che per quanto visto oggi conferma comunque di essere centrocampista di altra categoria. 

Veloso 5,5 Regia attenta ma scolastica, priva di idee. Paga, forse, le due partite in pochi giorni. (dal 11’ s.t. Ilić 6 cerca di riportare ordine quando la partita è già in salita. Non è impresa facile, fa quel che può.)

Lazovic 5,5  Un passo indietro rispetto alle ultime due uscite. Nella ripresa Juric lo sposta sulla fascia opposta ma senza che il risultato cambi granchè.

Baràk 5 Lento e stranamente poco dinamico. La sua partita finisce a inizio ripresa (dal 7’ s.t. Bessa 5,5 Tanta buona volontà ma nessun spunto degno di nota)

Zaccagni 5,5 Parte abbastanza bene cercando le sue proverbiali accelerate. La brillantezza non è la solita e il cambio è quasi una logica conseguenza (dal 7’ s.t. Salcedo 6 Torna in campo dopo diverse settimane. Voglioso e determinato. Trova uno spunto ma spedisce alto. Nell’altro viene "murato" in angolo).

Lasagna 5 Unico squillo quando anticipa Donnarumma su un errato retropassaggio. Servito poco e male la sua partita è quasi tutta qui. (dal 28’ s.t. Favilli 5,5 qualche sportellata e niente più. Il tempo a disposizione non era peraltro molto)

Juric 5,5 Conferma in toto l'undici vittorioso con il Benevento. L'inizio è aggressivo ma l’ardore agonistico dura poco e si spegne con il passare dei minuti. La squadra appare lenta e meno brillante del solito. Dopo l'uno-due rossonero prova a cambiare le carte in tavola ma non ottiene quanto sperato. 

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 18:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print