Silvestri 6 Provvidenziale quel tanto che basta sul diagonale di Immobile che incoccia il palo. Attento tra i pali mostra, forse, una piccola indecisione sulla rete biancoceleste quando abbozza solo l'uscita. 

Dawidowicz 6 Al rientro dalla squalifica deve vedersela con Immobile. Lo controlla abbastanza bene, quando gli sfugge ci pensa il palo.

Magnani 5,5 Dopo la scampolo con il Cagliari, eccolo di nuovo al timone della retroguardia. Duella di fisico con Caicedo. Sulla rete di Milinkovic-Savic la lettura della traiettoria non è impeccabile.

Dimarco 6 Percorre la fascia con continuità ma senza incidere più di tanto. Attento nelle diagonali in chiusura. (dal 30' s.t. Ceccherini s.v. in settimana ha accusato qualche problemino. Entra nel finale per rinforzare la linea difensiva)

Faraoni 6 Priviliegia la fase di contenimento. Ha l'occasione per segnare ma non riesce ad impattare il centro di Lazovic a pochi metri dalla porta.

Sturaro 6 Seconda da titolare per lui. Spende buona parte dell'incontro a togliere respiro a Luis Alberto, uno dei più talentuosi della formazione biancoceleste. Cala nel finale. 

Veloso 6 Regia attenta senza errori ma anche senza acuti (dal 23' s.t. Ilić 5,5 Cerca di prendere in mano le redini del gioco senza riuscirci)

Lazovic 6 Prima frazione particolarmente vivace. Apparecchia per Faraoni che, purtroppo, non arriva in tempo. Nella ripresa rimane in stand-by.

Baràk 6 Si muove come sempre tra le linee nemiche. Si dedica al consueto lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco. Meno ispirato del solito, mai pericoloso. (dal 40' s.t. Salcedo s.v.)

Zaccagni 5,5 Cerca di farsi vedere con le sue consuete accelerazioni. Si accende, però, solo a sprazzi.  (dal 30' s.t. Bessa 5,5 non si vede. Dalla sua il poco tempo a disposizione) 

Lasagna 5,5  Incrocia i guantoni con Acerbi, cliente per nulla disposto a concedere spazi. Imbeccato da Baràk accende il turbo ma viene stoppato. È questo l'unico spunto di una domenica piuttosto anonima. (dal 40' s.t. Kalinić s.v.)

Paro 6 (Juric squalificato) Recupera Dawidowicz e Magnani e decide di far rifiatare Tameze, che lascia il posto a Sturaro. La prestazione complessiva della squadra è tutto sommato buona e dedita prevalentemente al contenimento, senza concedere spazi a una formazione più motivata, ma sicuramente più dotata tecnicamente. Quando il pareggio sembrava cosa fatta, la rete in tempo di recupero, purtroppo, manda all'aria ogni piano. 

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 18:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print