Silvestri 6 Controlla la situazione senza correre pericoli. Un paio di uscite per liberare l'area da alcuni palloni vaganti. Unico brivido il colpo di testa di Milenkovic che lambisce il palo. 

Dawidowicz 6,5 Gli tocca Ribery, sulla carta l'uomo più pericoloso della formazione di Prandelli. Lo segue come un segugio, senza concedergli tregua alcuna. 

Gűnter 5,5 Ingenuo quando provoca il calcio di rigore per un fallo su Valhovic. Fatica a contenere la dirompente fisicità del centravanti viola. Al rientro dopo diverse settimane mostra una condizione non ancora al top. Esce a inizio ripresa. (dal 5' s.t. Magnani 6,5  Fa valere la sua stazza nel confronto diretto con Vlahovic. Dal momento del suo ingresso in campo l'attaccante viola sparisce dai radar.)

Ceccherini 6 È un ex e ci tiene a fare bella figura. Sbroglia alcune situazioni senza badare al ricamo. Si va valere di testa, beccandosi anche una brutta gomitata da Bonaventura che avrebbe meritato il secondo giallo e, quindi, il rosso.

Faraoni 6 Rimane in zona a controllare le pericolose folate di Barreca, raddoppiando all'occorrenza su Ribery.

Veloso 6,5 Regia attenta ma essenziale. Duella con l'ex Amrabat facendo valere il suo superiore tasso tecnico. Trasforma il rigore con consumata freddezza mandando pallone da una parte e portiere dall'altra.

Tameze 5,5 Per troppa sufficienza perde pericolosamente due palloni in uscita, per fortuna senza danni. Combatte con impegno ma manca la qualità. (dal 25' s.t. Ilic 6 preciso ed elegante, senza strafare)

Dimarco 6 Prestazione volta più a contenere che a offendere. Riduce al minimo le scorribande nell'altra metà campo. 

Lazovic 5,5 Indossa l'abito da trequartista, non certo il suo preferito e si vede. Unico lampo quando dopo un pregevole uno-due con Colley si presenta davanti a Dragowski ma non riesce a trovare il pertugio giusto (dal 25' s.t. Rűegg ottimo impatto sul match. Porta un pò di brio. Si rende pericoloso con un'incursione centrale)

Zaccagni 5,5 All'inizio è uno dei più vivaci. Cala con il passare dei minuti, fino al cambio. (dal 32' s.t. Yeboah s.v. mette in bacheca il suo primo gettone in serie A)

Salcedo 5,5 Protagonista dopo pochi minuti quando per un contatto, apparso dubbio ai più, procura il calcio di rigore del vantaggio. Soffre la fisicità di Pezzella che lo sovrasta senza dargli respiro. (dal 1' s.t. Colley 6 Ispirato, contribuisce a rendere più vivace la manovra offensiva. Pregevole l'uno-due con il quale innesca Lazovic che si presenta solo davanti al portiere. )

Juric 6,5 Deve ancora una volta fare i conti con le diverse assenze e, soprattutto, con la mancanza di una prima punta di ruolo. La squadra produce il solito pressing aggressivo ma è meno produttivo del solito. Buona la gestione dei cambi con i quali nella ripresa la squadra trova nuova vitalità. Il punto è comunque meritato e decisamente di grande valore. 

Sezione: Le Pagelle / Data: Sab 19 dicembre 2020 alle 20:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print