Ivan Jurić si mostra soddisfatto dopo il pareggio per 1-1 contro la Juventus, pur non nascondendo un po' di rammarico per le occasioni mancate dai suoi. Così l'allenatore dell'Hellas ai microfoni di DAZN nel postpartita. «Anche oggi - ha esordito il tecnico - abbiamo fatto tantissimi errori, potevamo fare meglio. Nel secondo tempo abbiamo dominato, per questo, in tutta sincerità, ho un po' di rammarico. Abbiamo commesso alcuni errori di troppo, quindi dobbiamo lavorare e migliorare, pur mantenendo le cose che già facciamo bene. Abbiamo fatto bene anche nel primo tempo, concedendo poche occasioni da gol ad una grande squadra con tanti ottimi giocatori, ma abbiamo sbagliamo troppi passaggi e cose anche semplici. I principi sono giusti, ma abbiamo sbagliato passaggi semplici e commesso errori di misura, sopratuttto nel primo tempo. Però l'ultima mezz’ora abbiamo dominato, realizzando un bel gol, prendendo una traversa e creando tante altre situazioni interessanti».

Riguardo alla situazione generale ha poi aggiunto: «Ho detto che siamo ancora al 30% perché è da poco tempo che lavoriamo tutti assieme e solo ora stiamo recuperando giocatori importanti. L’anno scorso a questo punto eravamo definiti, quest’anno abbiamo margini di miglioramento individuali e anche di squadra, ma i principi sono giusti e l’atteggiamento pure. La catena di sinistra costruisce gioco, quella di destra chiude e finalizza? La scorsa stagione eravamo anche più sbilanciati, quest’anno siamo migliorati molto anche a destra. Abbiamo creato e costruito anche in quel settore di campo».

Parlando, infine, dei singoli, ha commentato: «Ho cambiato Ilic con Veloso perchè Ivan poteva fare meglio, Miguel comincia a stare meglio fisicamente e allora ho optato per il cambio all’intervallo. Riguardo a Lasagna, quest’anno abbiamo optato per avere più una prima punta rispetto all’anno scorso, quando giocavamo più col “falso nove”. Kevin è un ragazzo stupendo, che darà il suo contributo, ne sono sicuro. Poi con De Ligt non è facile per nessuno. Sono convinto che si sbloccherà. E anche Favilli e Kalinić daranno il loro contributo quando recupereranno».

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 23:15
Autore: Giacomo Mozzo
Vedi letture
Print