Silvestri 5,5 Ingannato da Ceccherini sul primo gol, si fa sorprendere dalla conclusione in controtempo di Mkhitaryan. Qualche responsabilità sul 3-0 quando non trattiene il pallone scagliato dalla distanza da Pellegrini. Nella ripresa con due interventi di piede evita che il punteggio assuma contorni più pesanti.

Dawidowicz 5 Fuori posizione nell’azione del 2-0, appare stranamente spaesato. Si riscatta qualcosa nella ripresa ma è troppo tardi.

Gunter 5 Cerca vanamente di prendere le misure agli attaccanti giallorossi che gli sbucano davanti da tutte le parti.

Ceccherini 5 Era reduce da un paio di settimane di stop per una fastidiosa tendinite. Buca clamorosamente il rinvio e inganna irrimediabilmente Silvestri. Dà l’idea di essere ancora sofferente. (dal 79’ Udogie s.v.)

Faraoni 5,5 Sente aria di derby, lui che è cresciuto nel settore giovanile della Lazio. Paga dazio davanti alla vivacità di Spinazzola che mostra di avere ben altro passo rispetto al suo (dal 55’ Dimarco 6 contribuisce al risveglio del secondo tempo, Apparecchia per Lasagna quando l’ex Udinese strozza la conclusione).

Tameze 6 Si carica praticamente sulle spalle il centrocampo. Chiude e riparte senza sosta. Non si arrende.

Ilic 5 La velocità e l’aggressività dei centrocampisti giallorossi lo mettono sovente in difficoltà (dal 55’ Bessa 6,5 smarca con il tacco Colley e disegna la traiettoria che l’ex Atalanta mette in gol. La sua qualità può tornare utile per il futuro)

Lazovic 5 Deciso passo indietro rispetto al match di domenica scorsa contro il Napoli. Juric gli cambia anche fascia ma l’esito non cambia.

Barak 5,5 Entra in quasi tutte le manovre, non commette errori ma fatica a trovare l’imbeccata giusta

Zaccagni 5 Questa sera si prende una pausa. Ingaggia un duello ruvido con Mancini che non gli risparmia complimenti. (dal 55’ Colley 6,5 tenta subito la conclusione e poco dopo segna il gol che alimenta sogni di rimonta. Risveglia dal torpore i suoi compagni.)

Kalinic 5 Sempre anticipato, perde ogni duello. Il cambio dopo un tempo è quasi scontato (dal 46’ Lasagna 5,5 mostra buona condizione e vivacità. Gli capitano due occasioni: la prima la strozza, la seconda gli viene deviata in angolo.)

Juric 5,5 Non prendeva tre gol in una sola partita dall’ultimo match dello scorso campionato. La squadra appare meno concentrata del solito e senza la consueta verve agonistica. Dieci minuti di follia mandano all'aria tutti i suoi piani. Nella ripresa con i tre cambi da l’impressione di riaprire la partita ma è solo un fuoco di paglia.

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 31 gennaio 2021 alle 23:45
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print