Silvestri 6,5 Primo tempo praticamente inoperoso. Nella ripresa, salva il risultato con un prodigioso colpo di reni sulla conclusione dai sedici metri di Pobega. Brivido nel finale quando il colpo di testa di Erlic finisce di poco alto.

Dawidowicz 6,5 Errore da matita rossa quando con un retropassaggio innesca un pericoloso contropiede di N’Zola. Poi trova le misure e chiude ogni varco. Pobega gli mura in scivolata una conclusione destinata in porta.

Magnani 7  Duello fisico con N’Zola al quale concede qualcosa in velocità. Lo argina usando con grande intelligenza anticipo e posizione. Dirige la linea difensiva con autorità, che arriva ancora una volta in fondo senza subire reti. 

Dimarco 6,5 Difende e spinge con misurata frequenza, contribuendo all’ottimo funzionamento della catena di sinistra. (dal 30’ s.t. Ceccherini 6 entra nel finale quando Juric decide di rinforzare il pacchetto difensivo)

Faraoni 6,5 Nel primo tempo rimane in batteria. Come spesso succede nella seconda frazione alza il suo baricentro. Determinante quando serve a Zaccagni il pallone della vittoria.

Tameze 6,5  Prestazione di grande sostanza in mezzo al campo dove recupera un sacco di palloni. 

Veloso 6 Primo tempo quasi anonimo, dove sbaglia anche alcuni appoggi. Nella ripresa, quando lo Spezia rimane in 10, guadagna maggior visibilità nella gestione della palla. Prezioso quando vede sulla corsa Faraoni nell’azione del vantaggio.

Lazovic 7 Brillante fin da subito, funziona alla perfezione l’intesa con Zaccagni, mostrando a tratti passo e condizione di un tempo. Sfiora il gol con una pregevole conclusione a giro.

Barak 6,5 Al rientro dalla squalifica appare all’inizio un pizzico arrugginito. Si riprende nella ripresa quando nella trequarti partecipa attivamente alla manovra. Va vicino al gol allo scadere. 

Zaccagni 7,5 Solita partita infarcita di accelerazioni e incursioni. Si intende a meraviglia con Lazovic. Il gol con il quale regala la vittoria è da album Panini. Migliore in campo. (dal 43' s.t. Salcedo s.v.)

Kalinic 6 Non giocava dal 22 novembre. Si muove subito bene offrendo sponde ai compagni e chiamando la profondità. Cerca, invano, di superare Provedel con un delizioso “colpo sotto”. La condizione, ma non può essere diversamente, è ancora da registrare (dal 8’ s.t Colley 5 a pochi metri dalla porta, spedisce di testa fuori un servizio su punizione di Dimarco. Poco incisivo)

Juric 7 Il nuovo anno non poteva iniziare nel modo migliore. Con pressing, marcature preventive e ripartenze conquista subito il dominio nel match. Quando lo Spezia rimane in inferiorità numerica, la squadra alza i giri del motore e ottiene una vittoria di grande valore. La classifica parla da sola.

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 03 gennaio 2021 alle 18:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print