Pandur 8 Nel corso della partita effettua alcuni interventi da applausi mostrando di possedere ottime doti. Completa l’opera parando due rigori, mettendo la sua firma indelebile sul passaggio del turno.

Faroni s.v. La sua partita dura poco più di venti minuti per un problema al polpaccio. Speriamo non sia nulla di grave. (Dal 24’ Dawidowiz 6 ritrova il campo dopo tanto tempo. Lo smalto non può essere quello dei giorni migliori. Ordinato, cerca anche senza fortuna la conclusione vincente - dal 77’ Amione 5,5 Alcune ingenuità. Era all’esordio, si rifarà sicuramente)

Magnani 6 La condizione non può essere al top. Resiste un tempo, non demerita. (dal 46’ Dimarco 6 attento sia in copertura che in fase di spinta. L’ex Pomini gli nega la gioia del gol su una grande girata al volo)

Empereur 5,5 Senza infamia e senza lode. Mezzo punto in meno per l'imperdonabile liscio che dà il la al secondo gol del Venezia.

Rüegg 5,5 Impegno lodevole. Fatica a trovare i tempi giusti di inserimento. Esce per infortunio (dal  77’ Taméze 5,5 non combina granché)

Vieira 6 Si vede poco anche se la sua presenza si sente. Ha il grande merito di mettere in rete il pallone dell’insperato 3-3 con un abile inserimento di testa su calcio d'angolo.

Ilić 6 La regia funziona a sprazzi. Segna un gran gol con un preciso sinistro. Il talento non manca.

Lazovic 6 Si accende a intermittenza. Serve l’assist del 2-0 mentre è protagonista al contrario quando il Venezia riapre la gara. Trasforma con precisione il rigore di competenza.

Baràk 5,5 L’isolamento per il Covid ha lasciato il segno. Ancora lento e impacciato. Non sbaglia quando gli tocca andare sul dischetto.

Zaccagni 6,5 Il migliore dei suoi, Sempre incisivo ed efficace nelle sue incursioni. Quando esce la sua mancanza si sente. (Dal 62’ Colley 6 qualche spunto interessante ma anche qualche dribbling di troppo. Trasforma con freddezza dagli undici metri)

Salcedo 6 Al posto giusto in occasione del 2-0. Si muove bene su tutto il fronte offensivo. 

Juric 6,5 Sceglie un mini turn over e nel corso della partita si trova a fare i conti con una serie di infortuni che gli complicano non poco la serata. La squadra, complice alcune ingenuità, consente agli avversari di riaprire la partita ma ha anche il grande merito di non disunirsi e conquistare il passaggio del turno. 

Sezione: Le Pagelle / Data: Mer 28 ottobre 2020 alle 22:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print