Silvestri 6 Ironia della sorte passa una serata quasi inoperoso. Sulle reti di Ekdal Verre non ha alcuna responsabilità. 

Faraoni 6 Juric lo sistema come terzo di difesa. Dalle sue parti circola Damgaard giovane centrocampista del 2000 di buon talento che lo obbliga a tenere le antenne alzate. Non demerita.

Dawidowicz 5 Da un suo corto rinvio nasce l'occasione per il gran gol di Ekdal. Impacciato e macchinoso. (dal 42' s.t. Günter s.v.).

Ceccherini 6 Rientra dalla squalifica e si piazza a sinistra. Per un problema fisico la sua partita dura solo 35 minuti (dal 38' p.t. Lovato 5,5 meno attento del solito. Perde una palla in disimpegno, per fortuna sua gli attaccanti doriani non ne sanno approfittare).

Lazovic 5 ritrova una maglia da titolare, anche se sulla fascia opposta del solito. Non trova modo di farsi notare. Anche se non è un difensore si fa saltare con troppa facilità da Verre nell'azione del raddoppio (dal 15' s.t. Rüegg 5,5 nuovamente in campo dopo lunga assenza. Protagonista quando in occasione del rigore, sceglie il tempo giusto dell'inserimento in area obbligando al fallo la difesa doriana. Combatte con impegno, la condizione non al top non lo aiuta).

Veloso 5 uno dei grandi assenti della serata. Non prende mai in mano il gioco e tutta la manovra ne risente. Giusto il cambio. (dal 15' s.t. Tamèze 5,5 dopo la grande partita di Roma, parte in panchina. Porta un pò di quantità ma la qualità, questa volta, lascia a desiderare).

Barák 5 È sua la prima occasione gialloblù quando si incunea in area e conclude a rete, neutralizzato da Audero. Con il calare dei minuti si affievolisce fino al rosso finale, preso a pochi secondi dal termine in maniera decisamente ingenua.

Dimarco 5,5 Risente anche lui della serata negativa. Parte bene ma con il passare dei minuti perde di incisività.

Salcedo 5,5 Ci prova con buona volontà ma con esiti non del tutto soddisfacenti. Becca un giallo decisamente evitabile.

Zaccagni 6 È l'unico tra i gialloblù a meritare la sufficienza piena. Anche se va a strappi, rimane sempre vivo.  Assenti Di Carmine Veloso si prende la responsabilità del rigore, che trasforma con freddezza. 

Di Carmine 5 Ingaggia un duello di gomiti con lo spigoloso Colley, Si libera in area ma scivola. Non trova spunti. (dal 15' s.t. Colley 5,5 da lui ci ci aspetta sempre un cambio di marcia ma anche questa volta, fatica a salire a bordo della partita).

Juric 5,5 Deciso passo indietro dopo la bella ed esaltante vittoria ottenuta sabato sera contro la Lazio. La squadra è apparsa spenta e povera di idee, specialmente nei suoi uomini migliori. Nella ripresa tenta di risollevare le sorti rivoluzionando l'undici in campo ma oltre il rigore i suoi non riescono a produrre altro. Una sconfitta, per certi versi, salutare, che non guasta. 

Sezione: Le Pagelle / Data: Mer 16 dicembre 2020 alle 23:45
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print