Senza Rrahmani e Marash Kumbulla, nessuno avrebbe mai immaginato un'ottima solidità difensiva del Verona. Mai pensiero fu più sbagliato di questo. Il Verona ha incassato solo due gol nelle cinque partite fin qui giocate. Uno è arrivato con il Parma, l'altro a Torino con la Juventus. Nelle altre partite il Verona è riuscito sempre a mantenere la sua porta inviolata. 

Una difesa che è la migliore del campionato, meglio anche del Milan primo in classifica che ne ha incassati quattro. Un Verona, quindi, che sorprende anche nei numeri, nonostante la rosa sia profondamente cambiata. Perdite pesanti in difesa, ma l'Hellas non si è disunito e chi ha sostituito i big che sono partiti stanno sorprendendo. Su tutti, merita una citazione Matteo Lovato. Era arrivato a gennaio dopo aver giocato con il Padova in Serie C. Si pensava che potesse partire di nuovo per andare in prestito sempre in C, e invece negli allenamenti ha convinto Juric tanto da essere confermato.

In questa stagione Lovato è riuscito a ritagliarsi il giusto spazio. Non ha sbagliato nulla o quasi ogni volta che ha giocato e ora è una delle colonne della difesa gialloblu. Non sappiamo se sarà il nuovo Kumbulla, nemmeno Juric riesce a paragonarli. Ma di certo, Lovato è una delle migliori piacevoli sorprese delle stagione dell'Hellas.

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 26 ottobre 2020 alle 22:45
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print