Alla vigilia di Verona-Fiorentina il tecnico gialloblù Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa: «Abbiamo avuto pochi giorni per preparare la partita - ha esordito - ieri abbiamo fatto un po' di scarico mentre oggi abbiamo lavorato su alcune situazioni, domani mattina farò le mie scelte. La Fiorentina è una squadra forte, è veramente difficile da spiegare come possa trovarsi vicina alla zona retrocessioni». Tornando sulla sconfitta di Genova ha aggiunto: «Il primo tempo contro la Sampdoria è stato perfetto per quello che è la mia idea di calcio con dominio della partita, pressing alto e veloce, ripartenze e giro palla quando serve. Si poteva, forse, fare qualcosa di più in fase offensiva. Nella ripresa, invece, abbiamo avuto un calo di attenzione mentre gli avversari hanno alzato il livello di qualità con i loro cambi». 

Il discorso si è poi spostato sulla probabile formazione che affronterà i viola. «Ceccherini non ci sarà, ha avuto il riacutizzarsi di un problemino mentre anche Lovato è in forse. Magnani aveva la febbre quindi sarà utile a partita in corso. Sicuramente ci sarà Dimarco che in queste partite ha fatto notevoli progressi nella fase difensiva. In mezzo, mancando Veloso - spero torni presto, ha aggiunto - credo giocheranno Ilić Tameze». 

Una battuta ha riguardato anche il tema della Superlega. «Il calcio è una cosa diversa dagli altri sport. Porta con sè passione, cultura, amore. Non può diventare solo business. Io sono per forza contrario».

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 19 aprile 2021 alle 19:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print