Per il calcio italiano, bloccato in seguito all'emergenza del coronavirus, la situazione si fa sempre più critica. Secondo gli addetti ai lavori il danno più pesante potrebbe riguardare il mondo del calcio dilettantistico. La crisi, che riguarda 12 mila società e oltre un milione di tesserati, potrebbe infatti avere una pesante ripercussione per questo comparto. Si stima che quando la situazione sarà tornata alla normalità, sarebbe pari al 30% il numero delle società destinate a scomparire.

Sezione: Primo Piano / Data: Mer 25 marzo 2020 alle 20:30 / Fonte: tuttomercatoweb.com
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print