Silvestri 6 Graziato da Lapadula che calcia a lato (43’) mentre due minuti dopo lo salva la traversa sulla legnata dal limite di Maier. Nella ripresa ipnotizza Rispoli che calcia alto. Sicuro e attento nelle uscite.

Rrhamani 6,5  Non concede nulla a Babacar. Dalle sue parti la sbarra rimane come sempre abbassata.

Kumbulla 6,5 Si riprende la mattonella centrale della linea di difesa. Sfiora la sua seconda rete in serie A quando da sotto misura spedisce alto di testa. Lapadula non gli crea particolari grattacapi. 

Dawidowicz 7 Stimolato con insistenza da Juric non disdegna le sortite in avanti. Con perfetta scelta di tempo spedisce nell’angolino il corner calciato con il contagiri da Veloso. Nella ripresa effettua un paio di interessanti chiusure.

Faraoni 6 Primo tempo con il freno tirato. Nella ripresa si fa vedere un po’ di più.

Veloso 7 Il Professore sale in cattedra e gestisce il traffico con personalità, a tratti facilitato anche dal pressing non certo asfissiante degli avversari. Effettua sempre la scelta giusta. 

Amrabat 7 Combatte con il solito ardore nel mare magnum del centrocampo. Contrasta, conquista e riparte. Tenta anche la soluzione da fuori ma viene murato. Nel finale si imbuca in area e conquista il rigore. Onnipresente. (dal 88’ Badu s.v.)

Lazovic 7 Crea il solito scompiglio sul binario di competenza. Terzo assist vincente dopo quelli di Ferrara e Bologna. Si conferma in forma strepitosa.

Verre 5,5 Si mette in proprio ma calcia di poco a lato (12’). Sul finire del primo tempo butta all’aria un potenziale contropiede peccando di egoismo. Meno brillante del solito.(dal 4’ st Borini 6 si muove bene, cercando, invano, lo spunto decisivo.)

Pessina 7 Elude da consumato bomber la marcatura di Mancosu e deposita in rete l’assist al bacio del solito Lazovic. Ad inizio ripresa Vigorito gli nega la doppietta su un rigore in movimento originato da un intelligente scarico di Di Carmine. In continua.e costante crescita.

Di Carmine 6 Fa a sportellate con i centrali pugliesi, lavorando molto di sponda. Prezioso quando scarica su Pessina ad inizio ripresa. Cerca la rete ma la fortuna non lo aiuta. (dal 72’ Pazzini 6,5 trasforma con consumata freddezza il rigore del 3-0)

Juric 7,5 Conferma per 9/11 la formazione di Bologna. Raggiunto meritatamente il doppio vantaggio già nel primo tempo, nella ripresa la squadra si limita ad amministrare senza correre nessun pericolo degno di nota. Un Lecce arrendevole e a tratti quasi rinunciatario gli rende tutto più facile ma i suoi confermano di attraversare un momento di forma psicofisica decisamente invidiabile. Con la vittoria di oggi e i 29 punti in classifica, il trittico della prossima settimana (Milan, Lazio e Juve) diventa meno preoccupante.

Sezione: Le Pagelle / Data: Dom 26 gennaio 2020 alle 19:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print