In vista del match casalingo con l'Udinese, in programma domenica 27 settembre alle ore 15 allo stadio Bentegodi, il tecnico gialloblù Ivan Juric ha incontrato gli organi di informazione nella consueta conferenza stampa settimanale. « Arriviamo alla partita con l'Udinese - ha esordito - con un po' di minuti in più nelle gambe, specie fra gli ultimi arrivati. Mi aspetto una gara completamente diversa rispetto a quella contro la Roma, proveremo a fare la partita, stando attenti al loro contropiede, facenso leva sul nostro spirito di sempre. Contro i giallorossi Lovato ha fatto una grande gara, ha caratteristiche importanti e può crescere ancora molto: dove potrà arrivare dipenderà principalmente da lui. Di certo, al momento, c'è che sarà in campo anche domenica». Proseguendo ha aggiunto «per me è fondamentale che ogni elemento della squadra, per poter crescere, senta la mia fiducia e senta di essere considerato».

Il discorso si è poi spostato sui alcuni giocatori. «Il ruolo di Tameze è quelllo di centrale di centrocampo, ovviamente con caratteristiche diverse da chi l'ha preceduto in quel ruolo accanto a Veloso. Ha sia propensione offensiva che difensiva. Insomma. ha doti importanti da valorizzare. Lazovic è tornato in gruppo ma per il pieno recupero servirà ancora un po' di tempo: domenica giocherà ancora Dimarco. Favilli è un ragazzo che deve 'ritrovarsi' e che ha grandi margini di miglioramento. Barak è' stato preso per fare il trequartista, ma all'occorrenza può anche giocare in mezzo al campo. Infine Colley rappresenta innesto importante, un giovane che può darci grande freschezza e che ha tanta voglia di imparare».

Sezione: Focus / Data: Ven 25 settembre 2020 alle 16:15 / Fonte: hellasverona.it
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print