L'idea del nuovo stadio, in sostituzione del vecchio Bentegodi, non si è arenata, ma procede. C'è stato bisogno di una proroga fino a fine mese per permettere a tutte le parti straniere di accordarsi, con un grosso lavoro di traduzione e sincronizzazione, come ha raccontato Federico Sboarina al Corriere di Verona, ma si pensa che: "Tra ottobre e novembre tutto arriverà in giusta per passare poi in consiglio comunale per la dichiarazione di pubblico interesse".
Il quotidiano locale oggi annuncia inoltre che il progetto ha ricevuto l'attenzione del Credito sportivo, che probabilmente si offrirà di partecipare come "garante definitivo della sostenibilità economica della proposta". Per la Lega, e anche per Luca Campedelli, presidente del Chievo, la presenza del Credito sportivo era requisito fondamentale per procedere con il progetto della nuova struttura, per cui ora la strada sembra più in discesa rispetto a qualche tempo fa.

Per leggere l'articolo completo, si rimandano i lettori al numero odierno del Corriere di Verona.

Sezione: Focus / Data: Dom 15 settembre 2019 alle 12:00 / Fonte: Corriere di Verona
Autore: Anna Vuerich
Vedi letture
Print