Verona – Genoa 2 - 1  Contro il Genoa,  i gialloblù hanno ottenuto un’importante vittoria al termine di un'entusiasmante rimonta. Dopo un primo tempo chiuso immeritatamente in svantaggio nonostante le diverse occasioni da gol create, nella ripresa la squadra di Juric ha aumentato con forza la pressione,  ribaltando il risultato a proprio favore.

Cerchiamo, come sempre, di individuare tre spunti positivi e altrettanti aspetti da migliorare.

SPUNTI  POSITIVI

1) Il match disputato da Mattia Zaccagni, che alla fine è risultato all'unanimità il migliore in campo. Oltre ad aver procurato il rigore con un movimento da consumato uomo d’area,  ha firmato il gol della vittoria, realizzando la sua prima rete in serie A. La sua gara, inoltre, come sottolineato anche dallo stesso Juric, è stata molto preziosa anche dal punto di vista tattico;

2) La mossa tattica di Juric di partire senza un attaccante di ruolo. Una scelta voluta e non casuale, che ha inizialmente sorpreso ma che alla fine si è dimostrata vincente;

3) La continua crescita di Matteo Pessina. L’ex atalantino si conferma giocatore di grande qualità, sempre più duttile e capace di coprire più ruoli, sempre con ottimi risultati.

ASPETTI DA MIGLIORARE

1)   La buona prova di Gunter “macchiata” dalla situazione di gioco in occasione della rete genoana dove il gialloblù appare in ritardo nella chiusura sul movimento di Sanabria;

2)  Forse anche per precise indicazioni tattiche, nella prima frazione di gara manca un po’ la spinta sulla destra di Faraoni.

3) Lazovic, dopo un primo tempo spumeggiante, nella ripresa si concede qualche pausa.

Sezione: Copertina / Data: Mar 14 gennaio 2020 alle 13:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print