Giovedì 13 maggio, in occasione della 36^ giornata del campionato di serie A, il Verona sarà di scena allo "Scida" contro il Crotone. Se la garà potrà contare poco per la classifica, sarà sicuramente diversa per Ivan Juric che proprio in Calabria fu protagonista quando alla guida dei rossoblù, raggiunse la promozione in Serie A per la prima volta nella storia del club, nella stagione 2014/2015. 

Dopo le esperienze alle Primavera di Genoa (vice) Inter (assistente tecnico) e al Palermo, come vice di Gian Piero Gasperini, e dopo le stagioni da primo allenatore con il Mantova, l'attuale tecnico gialloblù fu chiamato a guidare in Serie B la squadra del presidente Raffaele Vrenna, della quale - dal 2001 al 2006 - aveva indossato la maglia come calciatore.

Con i goal Ante Budimir, Federico Ricci e Adrian Stoian i rossoblù conquistarono la promozione nella massima serie, con tre giornate di anticipo sulla fine del campionato, per poi chiudere con 82 punti al secondo posto, alle spalle del Cagliari di Massimo Rastelli.  L'impronta indelebile lasciata dal tecnico croato in Calabria è certificata anche dal fatto che in vista della prossima stagione, il club calabrese pare orientato, al fine di tentare una pronta risalita in Serie A, verso Francesco Modesto per la panchina, giovane tecnico emergente già considerato da vari addetti ai lavori come un naturale discendente della "dinastia Gasperini-Juric". 

Sezione: Copertina / Data: Mer 12 maggio 2021 alle 19:00
Autore: Francesco Galvagni
Vedi letture
Print