Quattro gare al traguardo per questa Serie A, quattro gare che il Verona potrà affrontare con la consapevolezza dell'aritmetica salvezza arrivata (ma mai in discussione) nello scorso weekend. Al "Bentegodi" arriva un Torino che, al contrario dei gialloblù, è ancora in piena lotta per la permanenza nella massima serie.

Qui Verona: ora l'obiettivo degli scaligeri è quello di mantenere la parte destra della classifica, oltre che ritrovare una vittoria che manca dalla trasferta di Cagliari dello scorso 3 aprile. Il pareggio interno contro lo Spezia di una settimana fa ha interrotto una striscia di sconfitte che durava ormai da quattro partite.

Assenti: Non ci sono novità nell'infermeria gialloblù, restano ai box i soliti Benassi, Veloso e Vieira. Con il Toro assente anche Tameze, fermato per un turno dal Giudice Sportivo.

Probabile Formazione: Davanti a Pandur (che giocherà al posto di Silvestri come annunciato da Juric) vanno verso la conferma Magnani e Dimarco dopo l'ottima prova contro lo Spezia, mentre potrebbe andare a Ceccherini l'ultima maglia, con Gunter e Dawidowicz che, al momento, inseguono. Sempre Lazovic e Faraoni sulle corsie esterne, dubbio Ilic-Sturaro a centrocampo dove potrebbe essere riproposto Barak. Con Zaccagni, quindi, favorito ancora una volta Salcedo per supportare uno tra Kalinic e Lasagna, il ballottaggio tra i due è aperto. 

Verona (3-4-2-1): Pandur; Magnani, Ceccherini, Dimarco; Faraoni, Barak, Sturaro, Lazovic; Salcedo, Zaccagni; Lasagna. 

Qui Torino: snodo cruciale per il Toro in chiave salvezza. I granata arrivano da tre pesanti vittorie nelle ultime cinque gare, e altri tre punti contro l'Hellas domenica potrebbero risultare decisivi considerando il contemporaneo scontro diretto tra Cagliari e Benevento e le difficili sfide di Spezia (contro il Napoli) e Fiorentina (contro la Lazio).

Assenti: Indisponibili solo il secondo portiere Milinkovic Savic e Murru, tutti gli altri regolarmente a disposizione del tecnico Nicola. Da valutare Izzo che nella giornata di ieri ha accusato qualche problema fisico.

Probabile Formazione: Solo due dubbi nel suo 3-5-2 per mister Nicola, che deve scegliere tra Vojvoda (match winner lunedì contro il Parma) e Singo per la fascia destra, e tra Zaza e Sanabria come partner di Belotti. Per il resto scelte delineate con Bremer, N'Koulou e Izzo (o Buongiorno, in caso di forfait dell'ex Genoa) davanti a Sirigu, Ansaldi a sinistra con Rincon, Mandragora e Verdi in mezzo e l'immancabile Gallo davanti.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Bremer; Singo, Rincon, Mandragora, Verdi, Ansaldi; Zaza, Belotti.

Cosa aspettarsi da Verona-Torino: poche ambizioni di classifica per un Hellas salvo e con un ottavo posto ormai irraggiungibile. Gli uomini di Juric tuttavia hanno piena intenzione di onorare la stagione fino alla fine e ritrovare finalmente la vittoria. Partita di tutt'altro tenore invece per il Torino che dall'arrivo in panchina di Nicola ha conquistato 21 punti in 15 gare e si gioca un'ampia fetta di salvezza al "Bentegodi". Il "Gallo" Belotti determinato a caricarsi sulle spalle la squadra e a sbloccarsi (per lui solo un gol su rigore nelle ultime 12 giornate) mentre i gialloblù proveranno a sfruttare la velocità di Darko Lazovic e l'ottimo momento di forma di Dimarco, che all'andata si rese protagonista di un gol da cineteca. 
 

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 08 maggio 2021 alle 18:00
Autore: Nicola Sordo / Twitter: @NicolaSordo95
Vedi letture
Print