Intervenuto ai microfoni di Sky, Ivan Juric ha commentato la vittoria contro del Verona contro il Napoli: "E' stata la miglior prestazione di quest'anno. Non era facile contro questo Napoli, una squadra di velocisti. Abbiamo fatto una grande partita, di sacrificio e volontà di non perdere. Sono 2-3 settimane che stiamo giocando bene, siamo riusciti a difendere bene, non li abbiamo lasciati giocare. Siamo stati in emergenza per un lungo periodo, ma siamo riusciti ad uscirne fuori alla grande. La crescita ora dipende da noi. Non dobbiamo mollare e continuare cosi".

Sull'abbraccio con Dimarco dopo il gol: "Gli dico sempre di fare un chilometro in meno. E' cosi generoso che va sempre oltre. E' un giocatore emotivo, ha reagito bene nonostante ad inizio partita gli sia capitata una cosa brutta".

Barak cambierà posizione con i nuovi arrivi: "Riguardo al mercato le scelte sono state fatte e non capiterà nulla di eclatante. Barak mi piace li, in quella posizione, riesce a prendere palla e ad inserirsi. Può giocare a centrocampo ma li è più pericoloso. Ha segnato un bellissimo gol".

Zaccagni è il giocatore più forte che hai mai allenato: "No, però è cresciuto in modo allucinante. Ricordo un anno e mezzo fa in ritiro e lo vedo adesso, è un giocatore diverso. É un giocatore con gamba e lucido. Gioca a grandi livelli, tanti punti sono arrivati con lui. É un leader e ha ampi margini di miglioramento".

Sei più allenatore o psicologo: "Abbiamo preso giocatori buoni. Alcuni come Magnani, Kalinic e Favalli sono arrivati dopo stagioni brutte. Abbiamo avuto un periodo di difficoltà in cui non riuscivamo a recuperarli. Vedo una squadra tosta, vediamo quanto saremo bravi a migliorarci".

Dove giocherà Lasagna: "Vediamo se arriva e poi vediamo".

Su Lazovic: "Sta tornando ai livelli dell'anno scorso, per noi è fondamentale".

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 24 gennaio 2021 alle 17:27 / Fonte: Sky Sport
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print