Alla viglia di Sassuolo-Verona, in programma sabato 13 marzo alle 15 al "Mapei Stadium" Ivan Juric ha parlato nella consueta conferenza stampa settimanale. «Contro il Sassuolo - ha commentato il tecnico gialloblù - n questi due anni abbiamo sempre assistito a belle sfide. Loro, però, hanno fatto più punti di noi. Questo significa che le nostre prestazione, seppur belle da vedere, non sono state sufficienti. Andiamo la, comunque, per cercare di fare bene. Loro sono una società che da alcuni anni è stabilmente dietro alle prime sette/otto squadre. Noi siamo dietro a battagliare ma il nostro obiettivo è quello di crescere e migliorare sempre più per arrivare anche noi a certi livelli». 

Parlando di De Zerbi ha aggiunto: «Stimo molto De Zerbi, un collega bravo e un amico. Si tratta di un allenatore che ha dimostrato con gli anni di avere in testa una precisa idea di calcio, che ha portato avanti sempre, indipendentemente dai risultati. Per alcuni aspetti siamo diversi ma per altri siamo anche simili. Enrtrambi abbiamo molto chiaro in testa la nostra idea di gioco».  

Il tecnico è tornato anche sulla sconfitta di domenica contro il Milan. «La sconfitta ha sicuramente dato fastidio, tuttavia sono anche queste esperienze che servono per crescere. Noi sicuramente potevamo fare meglio tuttavia non dobbiamo dimenticare la qualità dei rossoneri. Domenica avevano due/tre giocatori di altro livello e altri 7/8 che pur essendo quelli che giocano meno hanno dimostrato comunque tanta qualità. Hanno fatto sicuramente meglio di noi»

Riguardo alla formazione che affronterà sabato pomeriggio il Sassuolo non ci dovrebbero essere grandi stravolgimenti. «In difesa domenica abbiamo fatto tutto sommato bene, non credo di cambiare. In mezzo potrebbe giocare Dimarco al posto di Lazovic mentre i tre davanti penso rimarranno gli stessi. Deciderà, comunque, dopo l'ultimo allenamento».

In chiusura un commento al futuro, con il suo nome molto "chiaccherato" in questi giorni. «È presto in questo momento parlare di futuro, soprattutto del mio - ha commentato - noi non ci dobbiamo rilassare e dobbiamo rimanere concentrati. Il nostro obiettivo rimane quello di conquistare quanto prima la salvezza e poi di dare il massimo in tutte le partite che restano da giocare».

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 12 marzo 2021 alle 10:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print