Silvestri 6 Serata quasi da ordinaria amministrazione.Unico brivido il colpo di testa di Belotti, al crespuscolo della gara, quando la traversa gli offre valido aiuto.

Rrhamani 6,5 Ingaggia un aspro duello con Belotti che quando cambia passo diventa quasi imprendibile. Se la cava senza soffrire oltre il lecito. Su una conclusione sotto misura del capitano granata ci mette - per fortuna di Silvestri - la coscia. 

Gunter 5,5 Deve vedersela con Zaza. In occasione della rete del pareggio si fa anticipare mostrandosi disattento

Empereur 6,5 Altra prestazione molto positiva. Dalle sue parti non c’è spazio nemmeno per un refolo d’aria. 

Faraoni 7 Coperture, raddoppi e partecipazione attiva in fase offensiva. Senza dimenticare due diagonali da manuale. Il menù completo ancora una volta è servito. 

Veloso 6,5 Sempre attento nella circolazione della palla. Detta i tempi, verticalizzando quando serve.

Pessina 6,5 Sveste i panni del trequartista e si sistema al fianco di capitan Veloso. Nuova prestazione di sostanza e qualità, non smette di stupire.

Lazovic 6 Primo tempo vivace. Apparecchia la conclusione per Verre. Con il passare dei minuti va a sprazzi, fino al cambio (dal 77’ Dimarco 6 attento in copertura. Tenta, senza fortuna, la conclusione dai venti metri)

Verre 6  Ha sui piedi un rigore in movimento ma viene murato da Bremer. Si fa vedere con sufficiente continuità . Prestazione convincente.(dal 50’ Eysseric 5,5 come contro la Roma si fa notare solo per il cartellino giallo. Non incide)

Borini 6,5 Ritrova meritatamente la maglia da titolare. Si procura e trasforma con consumata freddezza il rigore del vantaggio. Ha un’altra occasione, pescato da Faraoni, ma arriva un soffio in ritardo. Partita decisamente positiva.  (dal 77’ Stepinski 5,5  Qualche sportellata con i rudi difensori granata)

Salcedo 6 Si muove su tutto il fronte offensivo ma non riesce più di tanto a liberarsi della marcatura degli arcigni centrali della formazione di Longo (dal 63’ Zaccagni 5,5 impatto alla gara meno appariscente del solito)

Juric 7 La sua squadra mostra una personalità e una condizione fisica invidiabile. Per buona parte dell’incontro fa la partita perdendo solamente un attimo la bussola dopo il pareggio di Zaza. La notizia più importante, tuttavia, è quella della sua permanenza per i prossimi due anni sulla panchina gialloblù.

Sezione: Le Pagelle / Data: Gio 23 luglio 2020 alle 00:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print