Silvestri 7,5  Se i gialloblù hanno conquistato un’importante vittoria, il merito è anche suo che in almeno tre occasioni - due su Insigne e una su Caprari - ci mette i suoi proverbiali guantoni. Poco o nulla può sulla conclusione vincente di Lapadula

Ceccherini 6,5 Essenziale, sbroglia alcune situazioni ingarbugliate senza badare a fronzoli. Esce per crampi quando la partita è oramai finita (dal 92’ Günter s.v.

Lovato 6 Si mostra subito sicuro e attento. Compie un paio di leggerezze che fanno un pò arrabbiare Juric. In forse fino all'ultimo, probabilmente per motivi precauzionali, la sua partita dura solo un tempo. (dal 46’ Magnani 6 con un'ottima chiusura su Lapadula rimedia a un suo precedente errore. Si fa valere quando sfrutta le sue indubbie doti di elevazione)

Empereur 5 Compie alcuni grossolani errori di appoggio, Stranamente impreciso e disattento. Alla fine della prima frazione rimane negli spogliatoi (dal 46’ Dawidowicz 6  si perde, forse, il movimento repentino di Lapadula quando l’attaccante trova lo spazio per scagliare il pallone del pareggio. Per il resto fa il suo senza sbavature)

Lazovic 6,5 Le contemporanee assenze di Veloso e Faraoni gli consegnano la fascia di capitano. Lui la onora con una prestazione di grande sacrificio. Attento ai movimenti di Caprari, limita le scorribande offensive. Ciliegina sulla torna la rete che mette in ghiaccio l’incontro.

Tamèze 5,5 Lavora più di sciabola che di fioretto. Manca il suo apporto in fase di impostazione, un aspetto sul quale deve migliorare. Rischia il rigore per un contatto in area su Caprari ma le immagini sembrano scagionarlo

Ilić 5,5 All’inizio fatica a trovare lo spazio. Successivamente trova meglio le misure ma si vede solo a sprazzi. Cerca il gol ma conclude alto.

Dimarco 7 Prestazione di grande spessore sia in fase difensiva, sia, soprattutto, quando si tratta di spingere sulla fascia. Disegna con precisione chirurgica la traiettoria vincente per la testa di Lazovic in occasione del terzo gol.

Zaccagni 7,5 Ancora una volta tra i migliori. Devastante nelle sue consuete incursioni mette lo zampino in due delle tre reti. Migliora con il passare delle giornate.

Baràk 8 Vero mattatore della serata con una doppietta d’autore, prima con un movimento da uomo d’area e poi con una conclusione di esterno sinistro di rara bellezza e precisione. Sempre nel vivo del gioco gestisce ogni pallone con consumata esperienza (dal 85’ Colley s.v.)

Kalinic 7 Partita di grande quantità e qualità. Tremendamente efficace nel gioco spalle alla porta, dà il via all’azione del primo gol con un pregevole colpo di tacco. Una clamorosa traversa gli nega la gioia di un gol che avrebbe sicuramente meritato. (dal 85’ Di Carmine s.v.)

Juric 7 Anche questa sera deve fare i conti con diverse assenze e con giocatori rientranti da recenti infortuni. La squadra parte bene e conquista meritatamente il vantaggio. Nella fase centrale dell'incontro subentra un calo, dove il Benevento prende metri e raggiunge altrettanto meritatamente il pareggio. I ragazzi in maglia gialloblù, tuttavia, non perdono la bussola ma hanno una grande reazione che li porta con grande spirito a conquistare una vittoria estremamente importante. 

Sezione: Le Pagelle / Data: Mar 03 novembre 2020 alle 00:30
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print