Rafael de Andrade Bittencourt Pinheiro, a tutti gli effetti una bandiera gialloblù dal 2007 al 2016 tra i pali, protagonista della risalita dell'Hellas Verona dalla Lega Pro alla Serie A con 282 presenze ufficiali; è sceso in campo ieri sera con lo Speziasquadra che lo ha prelevato a parametro zero per fare il secondo portiere in questa stagione; subentrando all'infortunato Zoet e contribuendo in maniera massiccia allo 0-2 finale in casa dell'Udinese che è coinciso con la prima vittoria dei liguri nella massima serie. Il portiere brasiliano è stato protagonista con delle parate decisive e con l'assist da rinvio sul finale di partita per il secondo goal di Andrej Galabinov, che ha chiuso la partita. Nel post-gara il portiere paulista si è lasciato andare ai microfoni di "Sky Sport":"Sono felice, è un gruppo di ragazzi che lavora bene e ci tiene tanto. Noi che siamo arrivati da poco abbiamo capito. Per il portiere è così, bisogna sempre farsi trovare pronti. Pensavo di non giocare più…". A 38 anni compiuti dunque "Saracinesca Rafael", così come lo chiamava il grande Roberto Puliero, non ha ancora intenzione di smettere di stupire, così come faceva nei suoi 10 anni trascorsi al Bentegodi.

Sezione: Ex gialloblù / Data: Gio 01 ottobre 2020 alle 18:00 / Fonte: Goal.com
Autore: Francesco Galvagni
Vedi letture
Print