Altro impegno di prestigio per la banda di Juric che domenica pomeriggio al Bentegodi ospiterà il Milan. All'andata i gialloblù si resero protagonisti di una grande prestazione e furono raggiunti da Ibra e compagni soltanto nei minuti di recupero dopo essere andati in vantaggio addirittura di due gol.

Qui Verona: Hellas in gran forma e sulle ali dell'entusiasmo dopo la netta vittoria di Benevento. Con la salvezza ormai (quasi) in tasca, gli scaligeri vogliono dare continuità alle recenti prestazioni e restare nella metà nobile della classifica, che li vede a sole 5 lunghezze dalla zona Europa. 

Assenti: Defezione dell'ultimo minuto per Juric che perde Vieira. Non ci sarà nemmeno l'ex Kalinic, ancora fermo ai box così come Colley e Ruegg. Niente di grave per Tameze che dovrebbe essere del match.

Probabile Formazione: Davanti a Silvestri potrebbe rivedersi Dawidowicz, ma resta viva la candidatura di Ceccherini, va verso la conferma Gunter. Lovato e Magnani si giocano l'ultima maglia, mentre potrebbe tornare titolare Dimarco sulla fascia sinistra nonostante la gran forma di Lazovic. Nella corsia opposta intoccabile Faraoni, con Veloso e Tameze (o Sturaro) in mezzo. Davanti ci sarà ancora Lasagna sostenuto dal duo Zaccagni-Barak.

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter, Magnani; Faraoni, Veloso, Sturaro, Dimarco; Barak, Zaccagni; Lasagna.


Qui Milan: Partenza sprint per gli uomini di Pioli, che però adesso stanno pagando un fisiologico calo anche per qualche assenza pesante. Nel 2021 i rossoneri hanno già incassato cinque sconfitte tra campionato e Coppa Italia, e solo un rigore di Kessiè allo scadere ha evitato la sesta nel turno infrasettimanale contro l'Udinese.

Assenze: Assenze importanti per Pioli che dovrà fare a meno sicuramente di Ibrahimovic, Calhanoglu e, notizia dell'ultimo minuto, di Rebic per la trasferta di Verona. Ancora out anche Mandzukic e Bennacer, mentre dovrebbe recuperare Tonali. Non al meglio neanche Theo Hernandez.

Probabile Formazione: Nella retroguardia rossonera reclama spazio Tomori accanto a Kjaer, aperto il ballottaggio con Romagnoli, con Calabria e Dalot a presidiare le fasce. Tonali dovrebbe farcela, ma sarà Meitè ad affiancare Kessiè in mediana, mentre sugli esterni Saelemaekers in pole sulla destra, con uno tra Castillejo e Diaz al posto di Rebic a sinistra. A sostegno dell'unica punta Leao giocherà Krunic.

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, Dalot; Kessie, Meitè; Saelemaekers, Krunic, Castillejo; Leao.

Cosa aspettarsi da Verona-Milan: Bentegodi stadio tradizionalmente ostico per il Milan, che deve però tornare alla vittoria per restare in scia dell'Inter. Il Verona senza pressioni di classifica vuole continuare a stupire, e con le grandi i ragazzi di Juric sanno esaltarsi. Barak è sempre l'uomo in più dei gialloblù, ha colpito anche all'andata, e oggi c'è anche un Lasagna che si è sbloccato e vuole ripetersi; nel Milan invece, i pericoli maggiori arriveranno dai piedi e dalla velocità di Theo Hernandez e Leao.

Sezione: Copertina / Data: Sab 06 marzo 2021 alle 16:30
Autore: Nicola Sordo / Twitter: @NicolaSordo95
Vedi letture
Print