Verona – Udinese 1-0  Contro i friulani la formazione di Juric conquista la seconda vittoria consecutiva che vale il primo posto in classifica in coabitazione con Napoli e Sassuolo. A decidere è un gol del neo arrivato Favilli, alla sua prima rete in serie A, che capitalizza al meglio un servizio dalla destra di Barák involontariamente deviato da Faraoni.

Cerchiamo, come sempre, di trovare tre aspetti positivi e altrettanti da migliorare.  

SPUNTI  POSITIVI

1) Antonin Barák  : Contro l’Udinese – sua ex squadra – Juric gli regala già una maglia da titolare.  Anche se non ancora al top della condizione si conferma come un innesto si sicura qualità;

2) Andrea Favilli:  appena arrivato entra in campo al posto dell’infortunato Di Carmine. Con un movimento da vero uomo d’area regala la vittoria ai gialloblù e segna il suo primo gol in serie A; 

3)  Adrien Tamèze : Schierato nella posizione che era di Amrabat, ruolo a lui sicuramente più naturale, entra di più nel vivo del gioco. Anche se meno appariscente del centrocampista marocchino, la sua presenza si sente.

ASPETTI DA MIGLIORARE

1) Samuel Di Carmine : non riesce a dare adeguata profondità alla squadra. Un infortunio muscolare, purtroppo, lo costringe a uscire prima della fine del primo tempo;

2) Matteo Lovato: nuovamente titolare dopo la bella prestazione con la Roma, conferma le sue qualità in marcatura. Si registra, tuttavia, qualche errore di troppo in appoggio dettato forse da eccessiva sufficienza;

3) Federico Dimarco e Marco Davide Faraoni : forse per ordini di scuderia limitano, in particolare nella prima frazione di gara,  i loro inserimenti sulla fascia e la manovra offensiva in un certo senso ne risente. 

Sezione: Copertina / Data: Mar 29 settembre 2020 alle 16:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print