Genoa - Verona 2 - 2 Nel match giocato sabato a Marassi, i gialloblù, due volte in vantaggio, si sono fatti raggiungere definitamente in pieno tempo di recupero. Sull'esito finale, tuttavia, pesano alcuni gravi incertezze difensive e due gol falliti, uno dei quali in maniera clamorosa, da Kevin Lasagna. 

Cerchiamo, come sempre, di individuare tre aspetti positivi e altrettanti da migliorare.  

ASPETTI POSITIVI

1) Antonin Baràk : fondamentale ed estremamente prezioso nel lavoro di raccordo tra attacco e centrocampo, serve a Ilic il pallone del primo vantaggio e innesca Lasagna che spedisce, purtroppo, sul palo;

2) Ivan Ilić: in continua e progressiva crescita. Regia attenta e ordinata, senza errori. Fa sempre la scelta giusta e impatta in rete con classe e precisione il pallone servitogli da Baràk;

3) Adrien Tamèze: chiude, tampona, riparte. In mezzo al campo è una diga quasi insuperabile. Si arrende solo ai crampi quando il match ha già imboccato la via del crepuscolo. 

ASPETTI DA MIGLIORARE

1) Mert Çetin: l'errore in retropassaggio con il quale innesca Shomurodov è da matita rossa. Cerca di riscattarsi con qualche efficace chiusura ma non basta. 

2) Kevin Lasagna: fallisce due reti, la prima che avrebbe potuto cambiare l'inerzia del match addirittura in maniera clamorosa. La stoffa, comunque c'è. L'occasione per rifarsi gli capiterà presto.

3) Fase difensiva: in occasione  dell'ultimo corner Badelj viene colpevolmente lasciato solo al limite dell'area e libero di calciare in beata solitudine il pallone che regala al Genoa l'insperato pareggio. 

Sezione: Copertina / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 14:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print