Sabato 27 febbraio alle ore 20.45 l'Hellas Verona di Ivan Juric affronterà la Juventus di Andrea Pirlo al Bentegodi in uno degli anticipi della ventiquattresima giornata di Serie A. I trascorsi tra gialloblù e bianconeri sono tanti ma nella storia recente se si pensa a Verona-Juventus difficilmente la memoria non torna al confronto in terra veneta della scorsa stagione.

È sabato 8 febbraio 2020, 23° turno di Serie A TIM 2019-2020, al Bentegodi il Verona di Juric, fino ad allora assoluta rivelazione del campionato, dato per spacciato da tutti gli addetti ai lavori ad inizio anno e protagonista, invece, di una cavalcata impressionate con un ritmo da zona Europa League si appresta ad affrontare Ronaldo e compagni dopo il 2-1 dell'andata a Torino. La Juventus, campione di tutto in Italia ha appena voltato pagina dopo l'era Allegri, con l'arrivo di Maurizio Sarri (che nonostante la conquista dello scudetto non riuscirà mai a convincere pienamente la dirigenza bianconera vedendo la propria strada dividersi da quella di Madama a fine stagione dopo l'eliminazione agli ottavi di Champions con il Lione).

Gli scaligeri giocano una partita pressochè perfetta sotto il punto di vista dell'intensità e del pressing alto vedendosi annullare un goal a Kumbulla nel primo tempo dal VAR per fuorigoco. La Juventus trova però il vantaggio al 65' grazie ad una magia di Cristiano Ronaldo. L'Hellas non ci sta e prima trova il pareggio al 76' con Fabio Borini, poi all'86' Giampaolo Pazzini su rigore (conquistato da un gigantesco Marash Kumbulla in quella serata) manda in estasi i 28.654 del Bentegodi, in quella che ancora oggi è l'ultima partita giocata con il pubblico a Verona prima dell'avvento del Covid che cambierà radicalmente il mondo del calcio, e non solo.

È il punto più alto toccato dagli uomini di Ivan Juric in quella stagione (sesto posto con 34 punti in piena zona Europa) mentre la Juventus verrà momentaneamente agganciata dall'Inter di Antonio Conte in vetta a quota 54. A poco più di un anno di distanza il Verona tornerà ad ospitare la Vecchia Signora in casa propria, ed anche se sugli spalti si potrà ancora vedere soltanto il verde dei seggiolini, il popolo gialloblù spera che l'esito del match possa ancora essere lo stesso di 385 giorni prima.

Sezione: Copertina / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 20:00
Autore: Francesco Galvagni
Vedi letture
Print