In caso di ripartenza del campionato le partite proseguirebbero oltre il 30 giugno, data di scadenza di contratti e prestiti temporanei, nonchè anticamera di nuovi rapporti con altre società. Nel Verona è il caso di Pessina, Gunter e Verre - che ritorneranno per fine prestito rispettivamente ad Atalanta, Genoa e Sampdoria - e di Amrabat e Rrhamani, già ceduti a Fiorentina e Napoli. In casa gialloblù c'è anche il caso di Pazzini, che nella medesima data terminerà il rapporto con il club scaligero. In caso di nulla osta alla proroga dei contratti, si innesca il pagamento di almeno altri due mesi di stipendio. Per arrivare a una soluzione è necessaria un'intesa tra leghe, federazioni e calciatori. Lo riporta oggi il quotidiano "L'Arena".

Sezione: Rassegna / Data: Gio 28 maggio 2020 alle 12:00 / Fonte: L'Arena
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print