Il calcio italiano tenta sempre di ripartire. Davanti, tuttavia, ci sono ancora diversi ostacoli. L'edizione odierna del "Corriere dello Sport" ne individua almeno sei. I più importanti sono il protocollo per gli allenamenti collettivi, la sospensione delle attività sportive fino al 14 giugno e il tema della quarantena del solo positivo e non dell'intero gruppo. A questi si accompagnano l'obbligatorietà o meno dei ritiri, la centralizzazione dei tamponi e le norme di organizzazione delle partite. 

Sezione: Rassegna / Data: Mar 19 maggio 2020 alle 13:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print