Mattia Zaccagni ha parlato a La Gazzetta dello Sport di passato, presente e futuro nell'Hellas: "Ricordo ancora l'esordio a San Siro e oggi provo le stesse sensazioni di allora. Sempre a San Siro, cinque anni dopo, ho trovato la mia convocazione in azzurro. Da sempre volevo essere un giocatore di Serie A con la maglia del Verona, ma la Nazionale è il sogno che tutti i calciatori hanno da bambino".

Su Juric: "Ci chiede di assumerci le nostre responsabilità e di essere consapevoli di quello che facciamo. Gli devo moltissimo, mi ha insegnato come muovermi, come posizionare il corpo. Se sono stato convocato in Nazionale è merito suo".

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 19 novembre 2020 alle 19:00
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print