Alla vigilia del match con il Parma sul sito ufficiale della società gialloblù sono state rese note le consuete dichiarazioni di Ivan Juric. « La salvezza è sin dall'inizio il nostro obiettivo - ha commentato il tecnico gialloblù - e quando siamo partiti era un traguardo molto ambizioso. Detto questo, come sempre, noi vogliamo fare punti in ogni partita e lo stiamo dimostrando su ogni campo: sarà così anche contro il Parma. I ducali sono una squadra vera, giocano sempre per il risultato, preparando in modo diverso - a seconda dell’avversario - ogni gara e sfruttando al meglio le caratteristiche dei calciatori a disposizione. In questo periodo non è possibile avere la perfezione, bisogna tenere conto di moltissime situazioni. Anche contro il Sassuolo per 70 minuti abbiamo retto alla grande, dopodiché arretrando il baricentro abbiamo concesso qualcosa in più, anche per merito degli avversari. Fisicamente penso che stiamo gestendo bene la squadra, specie rispetto ai primi giorni della ripresa, quando anche le cose più basilari erano complicate dalla lunga inattività del lockdown. Ciò premesso, è innegabile che nel finale di gara a Sassuolo fossero in tanti ad essere affaticati, e questo ci impone valutazioni di giorno in giorno. Sono molto felice per rinnovo di Veloso, ha dimostrato che può fare ancora molto bene. È un giocatore che corre, che dà qualità al gioco, che sa anche essere incisivo in avanti. Zaccagni, invece, è  uno dei calciatori più intelligenti che io abbia allenato sinora. Fa giocare bene i compagni e difende in modo eccezionale. Se saprà essere più incisivo negli ultimi 20/25 metri, può ambire alla Nazionale. Lazovic, sta facendo molto bene, con giocate che prima si intravedevano e che invece oggi riesce ad esprimere appieno grazie a una ‘piazza’ e a un gioco adatti a lui. Ho visto bene Stepinski, ha segnato e fatto anche tanto lavoro sporco, può darci una grossa mano in questo finale di campionato. Su chi schierare titolare in attacco, comunque, decido sempre dopo l'ultimo allenamento. Riguardo a Salcedo e Borini, infine, il primo non sarà disponibile, mentre il secondo dobbiamo ancora valutarlo in queste ultime sedute. Naturalmente non dimentico Terracciano - ha concluso - un ragazzo intelligente, con una grande cultura del lavoro: ha  le prerogative che lo possono portare a fare carriera».

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 30 giugno 2020 alle 20:00 / Fonte: hellasverona.it
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print