Finita la stagione, non c’è tempo per riposarsi: da oggi si pensa alla prossima. In serata si riunirà il Consiglio di Lega: definirà, secondo le preferenze dei club, le date di inizio e fine campionato 2020- ’21. Il vero interrogativo è sulla ripartenza: il 12 settembre, segnato in precedenza, rischia di venire cancellato in favore del 19. Ma non è una certezza, tutt’altro: resta consistente anche il fronte che spinge per rispettare le precedenti intenzioni per allinearsi al resto dei grandi tornei europei. L’altro fronte, quello che appunto insiste per il 19, resta (anche se di poco) il più numeroso. Una settimana di tempo in più, in un contesto simile, può essere preziosa. Sette giorni di differenza incidono, di conseguenza, sulla durata della sosta invernale: partendo prima ai giocatori potrebbe essere concessa una pausa lunga, come da tradizione da Natale fino all’Epifania. Al contrario sarebbe necessario inserire un turno sotto le feste, il 3 gennaio 2021. Posticipare oltre il 19 è un’idea che in A piace al Napoli e a pochissimi altri: per la Lega non è una soluzione ipotizzabile. La stagione va chiusa entro il 23 maggio per concedere spazio alle nazionali in vista dell’Europeo. Domani il consiglio Federale potrà approvare il piano dei club.

Sezione: News / Data: Lun 03 agosto 2020 alle 10:30 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print