Milan - Verona  1 - 1  Contro la formazione rossonera i gialloblù hanno disputato un’ottima prova, confermando indubbie doti di forza e una spiccata personalità.  Sul bilancio finale pesano due pali e un evidente fallo da rigore, commesso nel finale su Borini, ignorato dal direttore di gara e dal Var. Peccato per l’espulsione di Amrabat – giusta quanto ingenua – che nella seconda metà della ripresa ha in parte scombinato il piano  tattico di Juric. Si tratta, tuttavia, di un punto ben guadagnato.

Cerchiamo, come sempre, di individuare tre spunti positivi e altrettanti aspetti da migliorare.

SPUNTI  POSITIVI

1) Mattia Zaccagni conferma il suo continuo percorso di crescita facendo valere le sue doti sia in fase di contenimento sia nelle ripartenze. Un clamoroso palo gli nega la gioia della rete;

2) Anche a San Siro la squadra gialloblù affronta l’avversario a viso aperto, facendo la partita per larghi tratti dell’incontro. Solo l’espulsione di Amrabat costringe Veloso & compagni ad arretrare il baricentro del proprio gioco;

3) Ennesima grande prova di Kumbulla che anche sulla fascia sinistra, opposto al talentuoso Castillejo, disputa una partita di grande spessore.

ASPETTI DA MIGLIORARE

1)  L’espulsione ingenua di Amrabat che lascia la squadra in inferiorità numerica in un momento cruciale dell’incontro;

2)  Nel finale, con la squadra in dieci, sarebbe stata utile una sostituzione per dare il cambio a qualche giocatore apparso in leggero debito d’ossigeno

3)  Davanti al suo vecchio pubblico, forse animato anche dalla troppa voglia di ben figurare, Fabio Borini non trova spunti degni di nota

Sezione: Copertina / Data: Mar 04 febbraio 2020 alle 13:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print