Verona-Lazio 0-1 Contro la Lazio la squadra di Juric - sostituito in panchina dal suo vice Paro perché squalificato - subisce la terza sconfitta consecutiva tra le mura amiche del Bentegodi. I gialloblù, praticamente mai pericolosi durante l'intero arco del match, pur non demeritando contro una squadra di ottimo livello, sono capitolati in pieno tempo di recupero con un gol segnato di testa da Milinkovic-Savic. 

Cerchiamo, come sempre, di individuare tre aspetti positivi e altrettanti da migliorare:

ASPETTI POSITIVI

1) Stefano Sturaro Assolve con dedizione ed efficacia il compito di marcare da vicino Luis Alberto, al quale toglie fiato e rifornimenti;

2) Pawel Dawidowicz Gli tocca la marcatura di Ciro Immobile, compito tutt'altro che agevole. Gli concede un solo spunto, per fortuna in suo aiuto interviene il palo alla destra di Silvestri;

3) Nicola Kalinić Rientra in campo, seppur per pochi minuti, dopo lunga assenza. L'aspetto positivo è l'auspicio che il suo possa essere un rientro definitivo in grado di incidere in questo finale di stagione.

ASPETTI DA MIGLIORARE

1) Giangiacomo Magnani: Sul traversone di Radu, che Milinkovic-Savic spedisce in rete, legge male la traiettoria, disattenzione purtroppo fatale ai fini del risultato finale;

2) Kevin Lasagna: Marcato da Acerbi, centrale della Nazionale di Mancini, non ha vita facile, tuttavia da un attaccante è lecito attendersi qualcosa di più;

3) Fase offensiva: terza sconfitta di fila in casa senza segnare e con un indice di pericolosità ridotto al minimo. Così facendo diventa difficile vincere le partite. 

Sezione: Copertina / Data: Mar 13 aprile 2021 alle 16:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print