Sampdoria-Verona 3-1 Dopo un primo tempo di ottima qualità, terminato meritatamente in vantaggio grazie alla pregevole punizione di Lazovic, i gialloblù hanno subito nella ripresa la reazione dei blucerchiati i quali, grazie anche ai tre cambi operati da Ranieri, che ha mandato in campo gente del calibro di Candreva, Gabbiadini Keita, hanno ribaltato il punteggio a proprio favore, con la squadra di Juric, dimostratasi ingenua in difesa, fragile e incapace di reggere l'urto. 

Come sempre cerchiamo di individuare tre aspetti positivi e altrettanti da migliorare: 

ASPETTI POSITIVI

1) Stefano Sturaro: contribuisce al buon funzionamento della linea mediana, confermando la progressiva crescita della propria condizione. Esce prima del crollo;

2) Marco Faraoni: uno dei pochi a guadagnarsi la sufficienza piena. Efficace in copertura, si spinge anche in avanti con buona continuità;

3) Darko Lazovic: determinante nel primo tempo,dove segna un gran gol su punizione. Nella ripresa è uno dei pochi a salvarsi.

ASPETTI DA MIGLIORARE

1) Adrien Tameze: ingenuo e precipitoso quando commette il rigore. Appare in calo, non solo fisicamente. 

2) Marco Silvestri: l'errore commesso in uscita, quando la Samp trova il terzo gol, non è da lui;

3) Partita a due facce: dopo un ottimo primo tempo la squadra è crollata nella ripresa, senza riuscire a trovare adeguata contromisura al cambio di passo imposto dai blucerchiati. 

Sezione: Copertina / Data: Lun 19 aprile 2021 alle 13:00
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print