Le pagelle: Romulo nel mirino, Pisano troppi errori. Un pareggio che vale la A

 di Anna Vuerich  articolo letto 681 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle: Romulo nel mirino, Pisano troppi errori. Un pareggio che vale la A

Nicolas 6,5 - Per fortuna viene chiamato in causa raramente per la scarsa offensività del Cesena. Soffre per la difesa talvolta poco sicura, ma i suoi interventi sono decisivi.
Pisano 6 - A causa di uno scarso controllo, rischia in diverse occasioni perdendo palla e regalandola agli avversari. Per rimediare agli errori, commette spesso falli inutili.
Bianchetti 6,5 - Bene la sua difesa, soprattutto perché stacca con sicurezza e allontana di testa i palloni più insidiosi senza troppi problemi.
Ferrari A. 6,5 - Molto meglio del compagno di reparto Pisano nonostante la giovane età. È l'unico che cerca di non fare retropassaggi inutili verso il portiere.
Souprayen 6 - Nel primo tempo spreca una grande occasione servitagli da Pazzini. Complessivamente buona la sua prova.
Fossati 6 - Contiene bene a centrocampo e ogni tanto allunga in area avversaria per dare una mano in attacco. Ci prova.
Zuculini B. 6 - Nulla di entusiasmante o sopra le righe, ma il suo apporto durante la partita è utile alla stabilità della squadra.
Bessa 6 - Sono molte le sue imprecisioni e nel secondo tempo non migliora. Dal 88’ Luppi s.v.
Siligardi 6,5 - Nel primo tempo non fa molto, ma nel secondo si risveglia e ha un'occasione d'oro in area avversaria, ma il portiere incredibilmente salva il risultato. Dal 64’ Valoti 6 – La scelta di Pecchia sorprende molti, cosa che invece non fa Valoti perché per i minuti che gioca si limita a non sbagliare.
Pazzini 6,5 – Preferisce servire i compagni piuttosto che cercare la porta. Risulta poco incisivo perché non supportato. Nel secondo tempo è lasciato completamente da solo a causa delle scelte nei cambi, ma lui continua a correre e a dare il massimo.
Romulo 6,5 – Uno dei gialloblù più pressati per i suoi numeri da brasiliano e i chilometri che macina sulla fascia. Nel primo tempo viene infatti atterrato in area avversaria, ma l’arbitro sceglie di non dare il rigore. Nel secondo tempo sono varie le occasioni gol per lui, ma viene poi fatto tornare in panchina, forse per permettergli di ricevere gli applausi dai tifosi. Dal 63’ Troianiello 6 – Forse messo in campo per la sua fama di amuleto, riesce a fare un bel cross in area per i compagni, ma per il resto non risulta un cambio eccellente.