Le pagelle del Verona: Bessa illumina, Ganz spacca la partita. Romulo spreca e Cappelluzzo non convince

Hellas Verona-Ascoli 0-0
 di Giorgia Segala  articolo letto 583 volte
© foto di Federico Gaetano
Le pagelle del Verona: Bessa illumina, Ganz spacca la partita. Romulo spreca e Cappelluzzo non convince

Nicolas s.v. – Non viene mai chiamato in causa, serata di vacanza per l’estremo difensore gialloblù.

Ferrari 6 – Buona prestazione, senza acuti e senza particolari difficoltà.

Bianchetti 5.5 – Non ha grandi affanni in difesa, ma sbaglia più volte passaggi e agganci elementari, sparando il pallone fuori dal campo in più occasioni.

Caracciolo 7 – Prestazione ineccepibile dell’ex Brescia. Chiude in maniera decisa in diverse occasioni pericolose, senza mai commettere fallo, e prova anche a metterci la testa in attacco.

Souprayen 6.5 – Sempre il solito problema di fondo: dietro scarso, davanti meglio. Stasera però non pasticcia particolarmente in difesa e in avanti fa sentire la sua presenza a suon di cross e sgaloppate sulla fascia.

Zuculini 6.5 – Ottimo approccio dell’argentino, sempre presente nelle azioni dei compagni e ne crea alcune per conto suo. Allo scadere, solo un salvataggio preziosissimo di Mengoni gli nega la gioia del gol. (Zaccagni s.v. – Tocca davvero pochi palloni per essere giudicabile.)

Fossati 5.5 – Non brilla pur mettendoci fisico e carattere, potrebbe fare meglio.

Romulo 5 – Ci prova veramente in tutti i modi, ma la volontà supera la precisione: nella frenesia di dover fare la differenza, soprattutto dopo lo sciagurato tiro dal dischetto (parato facilmente da Lanni), mette in campo più caos che idee.

Bessa 7 – Presente in ogni parte del campo, appoggia, crea, aiuta, inventa. A questa prestazione manca solo la soddisfazione del gol, che purtroppo non arriva.

Cappelluzzo 5.5 – Buone intenzioni, ma ancora un po’ acerbo. Si guadagna il calcio di rigore, non trasformato però da Romulo. (Ganz 6.5 – Entra e spacca la partita: fa sentire la propria presenza in avanti, segna un gran gol annullato poi per un leggero fuorigioco, rischia di procurarsi un rigore e allo scadere prende un palo che grida ancora vendetta.)

Siligardi 5.5 – Fornisce diversi spunti e cross per i compagni, ma le conclusioni personali sono da dimenticare. (Luppi 6 – Entra col piglio giusto, forse una sostituzione da effettuare prima da parte di Pecchia.)