L'edizione odierna di Tuttosport si concentra chiaramente su Verona-Juventus e sul tecnico dell'Hellas Ivan Juric:

"L’allievo prediletto di Gian Piero Gasperini, al secolo Ivan Juric, questa sera sfida con il suo Verona la Juventus del “maestro” Maurizio Sarri, uno che da queste parti ha vissuto forse il momento più brutto della sua carriera professionale (dal 1° gennaio al 28 febbraio 2008 in panchina: sei partite, un pareggio e 5 sconfitte con l’esonero come logica conseguenza nonostante due anni e mezzo di contratto). Juric ha già fatto qualche sgambetto alla Juventus. Da giocatore, nell’anno in cui i bianconeri erano in serie B, segnò il gol che valse il pari del Genoa rimontando la rete di Pavel Nedved; da allenatore rossoblù rifilò un pesante 3-1 alla Juventus di Massimiliano Allegri a Marassi e obbligò i bianconeri ad accontentarsi del pareggio (1-1) allo Stadium il 20 ottobre 2018, il primo “x” dopo le prime dieci vittorie consecutive stagionali. All’andata di questo campionato, inoltre, il suo Verona perse per 2-1 all’Allianz Stadium, ma non meritò quel risultato. Logico presupporre che oggi ci sia voglia di vendetta, anche in considerazione del fatto che la condizione psicofisica della squadra di Juric sia straordinaria. Nel 2020 non ha mai perso, gioca bene, vince spesso, ha una difesa quasi invalicabile (è la quarta meno battuta della serie A) e riesce a mettere in difficoltà anche formazione dalla caratura tecnica superiore, come dimostrano i recenti pareggi esterni ottenuti con Milan e Lazio".

Sezione: Rassegna / Data: Sab 8 Febbraio 2020 alle 16:00 / Fonte: Tuttosport
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @sbentivogli10
Vedi letture
Print