GdS, Serie B: "Ripescaggi, oggi si chiude"

11.09.2018 09:00 di Ilaria Lauria  articolo letto 211 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
GdS, Serie B: "Ripescaggi,  oggi si chiude"

Dalla Moldavia, dov’era per impegni istituziona­ li, ieri l’ex ministro degli Esteri Franco Frattini tra un tweet in difesa delle balene e uno di politica internazionale, ha trovato il modo dirassicura­ re nei panni di presidente del Collegio di garanzia dello Sport i suoi numerosi follower (sono quasi 54 mila) che teme­ vano un ulteriore rinvio: «Do­ mani sera il verdetto sulla Se­ rie B, nessuno slittamento». Stavolta, dunque, non ci sono dubbi: oggi è il giorno del giu­dizio, verrà messa la parola fi­ ne sulla querelle dell’estate 2018, il percorso sportivo ter­mina qui, oltre questa soglia c’è solo la giustizia amministrati­ va, ma con tempi a questo pun­ to idonei solo a richieste di risarcimento.

QUANTI DUBBI Chissà se in as­ senza del loro presidente, ieri i giudici Massimo Zaccheo, Dante D’Alessio, Mario Sanino e Gabriella Palmieri Sandulli, che le indiscrezioni dei giorni scorsi davano spaccati esatta­ mente a metà, hanno trovato una sintesi da sottoporre a Frattini. O se sarà ancora bat­taglia tra chi ritiene legittimo il provvedimento con cui Fabbri­cini ha bloccato i ripescaggi – quando già erano state presen­tate le domande – e sigillato la B a 19 e chi, invece, è convinto che il commissario sia andato oltre i suoi poteri e ora vada ri­pristinato il format a 22. Poi, ammesso che passi questa li­nea, il collegio dovrà comuni­ care la propria decisione su chi ha diritto a essere ripescato. Se Novara e Catania, in virtù di due procedimenti della giusti­zia Figc al momento sospesi, o Ternana e Pro Vercelli, che si sentivano in una botte di ferro e poi si sono viste scavalcate. Il Siena dovrebbe dormire tra due guanciali, anche se non è mai stata pubblicata una gra­duatoria ufficiale (Fabbricini giura di averla nel cassetto) che confermasse la posizione attribuita ai toscani dai calcoli ufficiosi, elaborati dai singoli club tenendo conto di tre para­ metri: i risultati sportivi, la me­ dia spettatori e gli standard in­frastrutturali. Calcoli per cui la griglia dei ripescaggi vedrebbe Novara e Catania in prima fila, Siena al terzo posto, Ternana subito dietro, Pro Vercelli stac­cata in quinta posizione.

STRASCICHI Qualunque deci­sione arrivi stasera, come dice­ va Corrado, non finisce qui... Chi riterrà di aver subito un’in­ giustizia, si rivolgerà al Tar del Lazio. Almeno per chiedere dei maxi risarcimenti alla Figc. Una minaccia sventolata nel caso si riaprissero i ripescaggi anche da alcune delle 19 socie­ tà che hanno conquistato sul campo il diritto a disputare il campionato di B. Giovedì, poi, al Tribunale amministrativo discuterà il suo ricorso per ri­ trovare un posto in B anche l’Avellino, che la vicenda Finworld ha recentemente rin­ galluzzito. E otterranno una ri­ sposta anche i reclami di San­tarcangelo e Como: l’una chie­de la riammissione, l’altra il ri­ pescaggio in C. Il presidente Gravina aspetta l’esito del Col­legio di garanzia per poter finalmente stilare i calendari e dare il via ai suoi campionati. Siamo quasi alla metà di set­tembre, sarebbe anche ora.