GdS: “L’Hellas da rimonta cambia volto”

12.03.2018 07:45 di Anna Vuerich  articolo letto 248 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
GdS: “L’Hellas da rimonta cambia volto”

Nell’Hellas che riesce, per la prima volta in questo campionato, a vincere due partite di fila, il segreto sono loro. Giocatori che si erano visti poco o nulla e che adesso sono diventati tasselli utilissimi per la causa gialloblù. La salvezza è un obiettivo meno utopico con Simone Calvano, Franco Zuculini, Gian Filippo Felicioli e Rolando Aarons.


SORPRESA Prendete Calvano. Fino a novembre non era nemmeno in rosa e adesso si è trasformato in una presenza essenziale a centrocampo. Col Torino e col Chievo ha giocato da titolare. Per il Verona, che in mezzo mancava di muscoli, il suo vigore è un toccasana. Pareva essere un talento sprecato, questo ragazzo che, quando era nelle giovanili del Milan era ritenuto un predestinato e solo adesso sta dimostrando di valere. Dovrà confermarsi nelle prossime partite. Intanto si è ricavato il ruolo di trascinatore del Verona, tra chilometri accumulati e notevoli qualità.


RITORNO Per mesi ha faticato in palestra per recuperare una condizione di forma adeguata. Franco Zuculini è di sangue «caliente». Ad aprile gli era saltato il crociato anteriore del ginocchio destro. Pecchia, una volta che è rientrato in gruppo, ne ha dosato l’impiego. Con il Toro e col Chievo, Zuculini ha giocato 49’ totali. Il suo apporto ha aiutato il Verona ad alzare il baricentro, a schiacciarsi di meno all’indietro. E proprio per questo il contributo dell’argentino è stato determinante.
 

FRESCHEZZA La novità è lui: Felicioli aveva, fino al derby, racimolato pochi minuti. Pecchia ha stupito tutti facendolo esordire da titolare in A, da ala mancina. Senza timidezze, senza voglia di strafare, Felicioli è stato la scoperta della serata. Quando i crampi l’hanno assalito, a dargli il cambio è stato Aarons, che ha consentito al Verona di prendere metri. L’ambientamento dell’inglese continua, Pecchia lo centellina ma anche lui può garantire all’Hellas freschezza e soluzioni che prima non c’erano.