Il "Corriere di Verona" traccia oggi un identikit della squadra gialloblù, sicuramente la sorpresa di questo campionato. A settembre erano molti gli scettici all'arrivo di Juric. L'ex tecnico del Genoa, invece, ha saputo trasmettere alla squadra personalità, concretezza e una precisa identità di gioco. Complimenti anche al direttore sportivo D'Amico che, d'accordo con il tecnico e compatibilmente con le poche risorse disponibili, ha saputo mettere a disposizione dell'allenatore un organico ben assortito con buone individualità. Ora tutto l'ambiente si gode un piazzamento (25 punti al termine del girone d'andata, con una partita da recuperare) che nessuno, nemmeno lo stesso Juric, avrebbe mai solo immaginato ad agosto. L'importante, ora, è continuare su questa strada.

Sezione: Rassegna / Data: Mar 14 Gennaio 2020 alle 11:00 / Fonte: Corriere di Verona
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print