Massimo Cellino, attuale presidente del Brescia, è sempre stato un personaggio un po' fuori dagli schemi, sempre diretto, qualche volta anche sopra le righe, ma sempre chiaro. Il "Corriere dello Sport" ha raccolto il suo pensiero in merito all'attuale situazione del campionato italiano, bloccato a data da destinarsi a causa dell'emergenza Covid-19. Queste le sue principali dichiarazioni: « Sono molto preoccupato della situazione, in particolare di quella di Brescia. Del campionato, in questo momento, non mi interessa nulla. Se parliamo di calcio, tutto deve essere a mio avviso spostato alla prossima stagione. Non si può più giocare in questa situazione. Per me la stagione è oramai andata. Noi siamo ultimi, pazienza, se siamo in questa posizione è perchè ce lo siamo meritati. Il mio pensiero in questo momento è per chi perderà il lavoro. Si è bruciato un terzo del campionato, possiamo anche tagliare di un terzo gli stipendi.  » 

Sezione: Rassegna / Data: Dom 22 Marzo 2020 alle 16:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Enrico Brigi / Twitter: @enrico_brigi
Vedi letture
Print