L'Arena: "Condannati dalla Var, l'Hellas va all'attacco"

 di Ilaria Lauria  articolo letto 730 volte
Fonte: L'Arena
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'Arena: "Condannati dalla Var, l'Hellas va all'attacco"

L'Hellas non ci sta. La sconfitta con il Genoa ha lasciato tanta amarezza nell’ambiente gialloblù e la decisione dell’arbitro Damato di non annullare la rete decisivo di Pandev ha gettato benzina sul fuoco. La posizione di partenza di Taarabt che ha portato al gol decisivo dell’attaccante rossoblù, è stata giudicata regolare dal check silente fatto dal Var dopo la decisione presa in campo dal «fischietto» pugliese ma le immagini mostrate ripetutamente da Sky già nel corso della gara sconfessano clamorosamente la tecnologia e mandano in castigo Damato, l’assistente De Meo e, soprattutto, Valeri, l’arbitro di Roma addetto al Var - acronimo per Video Assistant Referee - che non ha fatto ricredere il direttore di gara. Cos’è successo in campo? Proviamo a ricapitolare l’azione. Taarabt scatta sulla fascia destra in posizione dubbia, a occhio nudo il fuorigioco è evidente, ma l’assistente non alza la bandierina, il fantasista mette la palla al centro, tocco fortuito di Bertolacci per Pandev che batte Nicolas. L’arbitro assegna il gol, i veronesi protestano mentre Pandev esulta, Damato si ferma in mezzo al campo e si vede che tocca il microfono per consultarsi con Valeri. Che cosa si saranno detti? Sarebbe bello saperlo. Resta il fatto che dopo una manciata di secondi - interminabili - il direttore di gara assegna la rete e il Genoa passa in vantaggio. Resta un dubbio, perchè non è andato anche lui a consultare il video posto a bordo campo? Due le ipotesi plausibili. O il Var ha confermato che secondo le sue immagini il gol è irregolare - chissà quali immagini avrà visto? - oppure Valeri ha detto a Damato di decidere lui e l’arbitro non ha voluto cambiare decisione. Una decisione quantomai bizzarra visto quello che è successo nelle prime giornate di questo campionato quando gli arbitri hanno passato tanti minuti al video e in più di un’occasione rivisto le loro scelte, basta pensare a quello che ha fatto Abisso nell’ultimo derby tra Chievo e Verona quando Orsato l’ha più volte richiamato. Damato, invece, ha deciso di andare avanti per la propria strada e ha «regalato» la vittoria al Genoa che con questi tre punti si stacca dalla zona pericolosa e lascia il Verona nelle sabbie mobili. Nessun comunicato ufficiale della società di Via Belgio.

Il presidente Maurizio Setti in più di un’occasione si è detto favorevole alla tecnologia in campo e non rivedrà certo la sua idea dopo questi errori macroscopici, però è evidente che si farà sentire nelle sedi opportune dopo l’annullamento del gol di Pazzini a Cagliari e la concessione della rete di Pandev viziata da una posizione di fuorigioco. Ben venga la moviola, ma le regole di applicazione devono essere chiare. Ha perso la calma anche Fabio Pecchia, solitamente molto pacato, dopo il ko con il Genoa. «Evidentemente il Var ha deciso così, anche se io non so cosa in due possano aver visto - detto il tecnico alla fine della gara - Io ho fiducia nella tecnologia, ma provo molta rabbia per aver perso così, perché noi nonostante la molto positiva prova della squadra ce ne torniamo a casa con zero punti. Non voglio fare polemica, ma contro Cagliari già non c’era andata molto bene». In linea con l’allenatore anche Romulo che ha pubblicato su Twitter un fermo immagine dell'azione contestata con l'hashtag #VAR.Senza troppe parole ma più chiaro di così.