SAMPDORIA-VERONA, STORIA DI UN GEMELLAGGIO

02.03.2012 14:00 di Elisabetta Zampieri  articolo letto 3492 volte
© foto di Federico De Luca
SAMPDORIA-VERONA, STORIA DI UN GEMELLAGGIO

Molto si è parlato in questa settimana della sfida tra Sampdoria e Verona: una partita tra due formazioni che con la Serie B poco hanno da spartire; due piazze numerose, fedeli, colorate pronte a sostenere la propria squadra in ogni momento contro ogni avversità. Domani a Genova non sarà soltanto una partita di calcio: sarà una festa, un’occasione per due tifoserie storicamente amiche di ritrovarsi.

Le origini. Il gemellaggio tra Verona e Sampdoria nasce nel 1973 prima della partita al Bentegodi valida per la 28^ giornata del campionato di Serie A. Le due tifoserie, dopo essersi scontrate nella partita di andata del 30 dicembre, si riuniscono e trasformano in amicizia la loro rivalità. Sboccia così uno dei gemellaggi più intensi e duraturi della storia gialloblù.

L'iniziativa. Per celebrare l’amicizia tra le due tifoserie, la società blucerchiata ha deciso di aprire, prima e dopo la partita, il Fair Play Village. Una struttura dove i tifosi potranno trovarsi e brindare assieme degustando le migliori specialità venete e liguri. Una celebrazione del tifo che poi si sposterà sugli spalti, perché, si sa, tra amici non c’è niente di meglio che guardare una partita di calcio.