Pecchia: "A Novara per la rincorsa e con forza per riprendere il cammino"

 di Riccardo Rossi Twitter:   articolo letto 403 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Pecchia: "A Novara per la rincorsa e con forza per riprendere il cammino"

Nel primo pomeriggio odierno si è tenuta la conferenza stampa di mister Fabio Pecchia, presso lo Sporting Center 'il Paradiso' di Peschiera del Garda, in vista del prossimo turno di campionato Serie B ConTe.it. 35esima giornata che vedrà lunedì sera i gialloblù impegnati sul campo del Novara, in uno dei posticipi più caldi del turno. Ecco cos'ha dichiarato a questo proposito il tecnico del Verona:

Mister, cosa non è andato contro lo Spezia? "Ci siamo resi conto di non aver giocato bene, e di aver sbagliato sotto tanti punti di vista. Dispiace e siamo tutti delusi perché venivamo da un ottima striscia di risultati positivi e gli ingredienti per far bene c'erano tutti, pubblico compreso. Sarebbe potuta finire in pareggio, non siamo indifferenti difronte questa sconfitta però ci serva per prendere spunto per correggere i nostri errori ed affinarci, anche in fase di ritiro"

Mister, com'è il clima interno la squadra? "Non mi sento tradito da alcuno dei miei giocatori, ragioniamo sempre in termini di squadra e non di singoli; una prestazione negativa non è da attribuire ad un singolo! Con lo Spezia Ròmulo non ha fatto la differenza, anche per come l'ho schierato, ma ha comunque giocato molto bene. Fossati ha fatto e fa grandi cose, anche se non è sempre in campo". 

Difficoltà nel fare punti al Bentegodi? "Non possiamo pensare ad una cosa del genere, il calendario pende maggiormente su partite lontano da Verona ed è chiaro. Novara è traguardo importante ed abbastanza decisivo". 

Come mai adotti il 3-5-2 come modulo? "Il cambio modulo ha dato vantaggi in certi situazioni: sfruttare le qualità degli effettivi che ho campo dev'essere il nostro carattere distintivo per le prossime gare. Devo trovare il giusto equilibrio tra un modulo che ci dia delle garanzie e che faccia esaltare gli 11 in campo". 

Solidi dietro, ma si segna poco. Come innestare meglio Pazzini? "Dobbiamo consentirgli di meglio esprimersi, mettendo la squadra in condizione di farlo. Importante è essere solidi anche dietro, pur avendo la difesa a 3. Quello a cui puntiamo è segnare il prima possibile, rimanendo in equilibrio, anche perché una volta sbloccata la partita la squadra reagisce in modo completamente differente. Nelle ultime partite abbiamo sentito parecchio la fase "pre-gara" e questo ha condizionato poi la nostra prestazione".

Cosa ne pensi dell'arbitraggio medio che si vede in questa Serie B? "Non vorrei spendere molte parole su quest'argomento, però ci sono state delle situazioni nelle quali il Verona non è di certo stato aiutato dai direttori di gara ed esempi sono Benevento, Ascoli ed un po' Frosinone"

Cosa serve al Verona per arrivare alla promozione diretta in Serie A? "Dobbiamo convincere con le prestazioni sul campo, anche perché è un campionato ricco di colpi di scena. Martedì avremmo potuto raggiungere la vetta, purtroppo però siamo scivolati su quest'occasione"

Ferrari e Souprayen verranno convocati per lunedì? "Ferrari oggi ha lavorato col gruppo e ci sarà; Samuel sta recuperando, non sarà dei nostri, ma gli serve rifiatare dato che è da 10 mesi che si allena e gioca con davvero molta costanza ed impegno"

Come arrivate a Novara? "Siamo consapevoli della nostra situazione, dobbiamo affrontare le partite con voglia e determinazione e capire che Trapani e Spezia sarebbero dovute essere affrontate in maniera differente. Lunedì vorrei vedere qualcosa di differente, così come tutta la squadra: se dovessi dare un titolo, sarebbe: Abbiamo la forza di riprendere il cammino e siamo pronti per la rincorsa!"