GdS, le pagelle di Novara-Verona

 di Giorgia Segala  articolo letto 372 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
GdS, le pagelle di Novara-Verona

NOVARA:

Da Costa 6 – Forse poteva rinviare meglio la palla che arriva a Pazzini per il 2-2.

Troest 6 – Si perde Luppi sul gol, poi cresce e merita la sufficienza.

Mantovani 6.5 – Sbroglia un paio di situazioni difficili con Pazzini in agguato, grande inserimento sul 2-1.

Chiosa 6 – Soffre Siligardi, soprattutto nei tagli, ma se la cava.

Dickmann 6 – Solo nella ripresa sprigiona la sua forza propulsiva, ma l’assist dell’1-1 è suo.

Bolzoni 5.5 – Fatica molto contro i giocolieri del Verona, si riscatta ispirando l’1-1. (Cinelli 6.5 – Entra e si fa sentire alzando il baricentro della squadra.)

Casarini 6 – Meglio nel secondo che nel primo tempo, quando fa il leader.

Calderoni 6.5 – Pur impreciso, spinge parecchio fino al gol del 2-1.

Adorjan 5.5 – Il trequartista ungherese si sbatte ma non trova mai la giocata illuminante. (Chaja s.v.)

Sansone 5.5 – In mezz’ora non si vede ed esce per infortunio. (Macheda 7 – Non è in condizione, deve entrare e azzecca la miglior serata da quando è a Novara: un gol (facile), uno annullato e un paio di assist interessanti.)

Galabinov 6 – Ha due ottimi palloni al limite ma sbaglia la mira: meritava il gol.

All. Boscaglia 6.5 – Raddrizza la partita con i cambi ed è coraggioso a lanciare il 1998 Chaja.

 

HELLAS VERONA:

Nicolas 6.5 – Se la cava con l’istinto, soprattutto su Macheda.

Romulo 5.5 – Stavolta gioca basso, ma spinge senza combinare molto.

Ferrari 6 – Parte bene e poi soffre quando entra Macheda.

Bianchetti 6.5 – Galabinov è un brutto cliente, lo limita con le buone e le cattive.

Souprayen 5 – Piantato in linea con i difensori, si perde Dickmann sul gol del pari.

Fossati 6 – È il più lucido in mezzo al campo ma alla lunga cala fisicamente. (Valoti s.v.)

B. Zuculini 6 – Play davanti alla difesa, alla distanza è costretto a correre dietro a tutti.

Bessa 6.5 – Giocoliere elegante, si esalta sul sintetico nel palleggio e nei coast to coast.

Siligardi 6.5 – Quarto gol a suggellare un primo tempo sontuoso. Esce infortunato. (Caracciolo 6 – Entra quando il Verona soffre: sbaglia solo perdendo Calderoni nel 2-1.)

Luppi 6.5 – Grande intesa con Siligardi, ispira il primo gol e lo innesca anche nella ripresa. (Cappelluzzo s.v.)

Pazzini 7 – Gara anonima. Merita la palma di migliore per il gol, forse il più bello dei suoi 21, sicuramente molto pesante perché evita una sconfitta che sarebbe stata gravissima.

All. Pecchia 6 – Cambia ancora modulo e la sua squadra parte benissimo: se la difesa dorme non è colpa sua.