Le pagelle del Verona: Verre e Zaccagni firmano una grande rimonta

12.01.2020 22:00 di Enrico Brigi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle del Verona: Verre e Zaccagni firmano una grande rimonta

Silvestri 6 Nel primo tempo viene chiamato in causa da una conclusione debole di Ankersen. Folgorato dalla zampata di Sanabria. Nel secondo tempo prende solo tanto freddo.

Rrhamani 6,5 Insuperabile dietro, coglie l’ennesimo legno con un colpo di testa. Da una sua incursione nelle linee nemiche prende corpo il tap-in vincente di Zaccagni.

Kumbulla 6,5 Juric lo sistema ancora sulla sinistra nei tre di difesa. Il risultato finale, tuttavia, non cambia. Attento e preciso senza accusare alcuna sbavatura.

Gunter 5,5 Si piazza al centro del bunker difensivo gialloblù. Appare in leggero ritardo sulla chiusura quando Sanabria lo anticipa segnando  la rete del vantaggio. Per il resto amministra senza mostrare difficoltà.

Faraoni 6,5 Consueta prestazione di grande intensità. Attento nelle diagonali difensive, nella ripresa alza i giri del motore. Si divora un gol a pochi metri dalla porta.

Veloso 6,5 Il “Professore” prende posto in cattedra dettando con la consueta precisione i tempi di gioco. Cerca la rete su punizione ma spedisce alto.

Amrabat 7 Al rientro dalla squalifica si mostra subito pimpante. Cattura una quantità infinita di palloni confermandosi frangiflutti insuperabile. Arrembante quando riparte. (dal 44’ st Badu s.v)

Lazovic 6,5 Impegna Perin in una difficile deviazione. Sempre pericoloso quando punta l’avversario si fa valere anche come uomo assist. Nella ripresa si concede qualche piccola pausa.

Pessina 7,5 L’ex atalantino cresce di partita in partita. Da applausi quando pesca Lazovic a campo aperto con un lancio di 40 metri. Con una parata monstre Perin gli nega la gioia del gol su una spettacolare conclusione di mezzo volo. 

Zaccagni 7,5 Primo tempo dove alterna buone giocate a qualche piccola indecisione. Decisamente meglio nella ripresa dove aumenta la frequenza delle sue proverbiali accelerazioni. Subisce il fallo che l’arbitro punisce con il penalty e con un movimento rapace, da consumato uomo d’area, firma il definitivo sorpasso, segnando la sua prima rete in serie A. All’uscita l'intero Bentegodi gli tributa un meritatissimo applauso. (dal 42’ st Pazzini s.v.)

Verre 6,5 Nell’insolita posizione di "falso nueve" si impegna con buoni risultati, anche se l’abito odierno non è proprio su misura per lui. Nella ripresa trasforma con consumata freddezza il rigore del pareggio. (dal 48’ st Dawidowicz s.v.)

Juric 7,5 Sorprende tutti con una formazione senza punte di ruolo. Dopo un ottimo primo tempo, con alcune importanti occasioni da gol ma terminato immeritatamente in svantaggio, nella ripresa la squadra alza il ritmo mettendo in mostra una condizione psico-fisica invidiabile e trame di gioco in velocità, di livello assoluto.I due gol che ribaltano il risultato ne sono la logica conseguenza. Uno dei più bei Verona di questa stagione.