Le pagelle del Verona: Verona ancora convalescente. Con la Cremonese è solo pari tra i fischi del Bentegodi

03.11.2018 01:30 di Enrico Brigi Twitter:   articolo letto 357 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle del Verona: Verona ancora convalescente. Con la Cremonese è solo pari tra i fischi del Bentegodi

Silvestri 6 Non corre particolari pericoli, sempre attento quando viene chiamato in causa. Nulla può sulla deviazione vincente di Arini.

Crescenzi 6 Garantisce corsa e dinamismo sulla fascia destra. Fa quel che può contro le incursioni di Perrulli, poco aiutato dai rientri degli esterni. 

Caracciolo 5,5 Con un preciso colpo di testa regala la rete del vantaggio dopo pochi minuti. Prestazione “macchiata” da alcuni errori grossolani che rischiavano di costare molto più cari. 

Marrone 5, 5 In fase di impostazione non si vede quasi mai. Dietro ancora qualche leggerezza di troppo. Unico merito quando salva alla disperata sulla conclusione ravvicinata di Emmers. 

Empereur 6 Per ordini di scuderia non supera quasi mai la linea mediana del campo. Per il resto si limita al compitino. . 

Colombatto 5,5 Rientra in cabina di regia dopo la squalifica. Cerca di dare ordine alla manovra ma con risultati tutt’altro che esaltanti. 

Zaccagni 6  Trai i pochi a meritare la sufficienza. Nella prima frazione, al termine di una pregevole incursione mette sulla testa di Ragusa il pallone che l’esterno gialloblù indirizza sul palo. La qualità non è la sua arma migliore ma lotta su ogni palla senza risparmiarsi mai. (dal 75’ Laribi 5 approccio alla gara  decisamente insufficiente. Da una sua palla persa nasce un pericolo contropiede grigiorosso) 

Calvano 5 Trova la prima maglia da titolare di questo campionato. Con una incomprensibile giocata all’indietro causa il corner dal quale nasce il pareggio della Cremonese. Tanto impegno ma con scarsi risultati. Esce sfinito ad inizio ripresa (dal 60’ Dawidowicz 5  Sempre troppo lento, sbaglia diversi appoggi, anche quelli più elementari)

Ragusa 5 Unico lampo quando colpisce la traversa verso la fine del primo tempo, ben imbeccato da Zaccagni. Naviga nell’anonimato per  buona parte dell’incontro. Si fa notare per alcuni generosi recuperi. 

Tupta  5 Gettato nella mischia fin dal primo minuto mostra la consueta dose di buona volontà, ma non basta. L’ambiente non proprio tra i migliori non lo agevola.

Cissè 5,5 Viene immeritatamente subissato di fischi al primo pallone giocato. L’impegno è lodevole, il risultato finale, complice una condizione fisica non ancora al top, un pò meno. Si fa notare per un bel pallone servito sulla corsa a Crescenzi. (dal 60’ Di Carmine 5 Ha sui piedi la palla del secondo vantaggio ma consente al difensore il  recupero in extremis. poi nient’altro. )

Grosso 5 Dopo la brutta batosta di Ascoli, rimescola “brutalmente” le carte ma l’esito finale è quasi lo stesso. Squadra ancora troppo lenta, con poca personalità, incapace di fare la partita. Da rivedere anche la gestione dei cambi. Le bordate di fischi che accompagnano la squadra al rientro negli spogliatoi sono lo specchio inequivocabile della serata.