Le pagelle del Verona: Valoti gol e gran bel primo tempo

Verona-Spal 1-3
29.04.2018 17:15 di Lorenzo Fabiano  articolo letto 735 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Le pagelle del Verona: Valoti gol e gran bel primo tempo

NICOLAS 6 - Nessuna responsabilità sui tre gol. Per il resto fa il suo dovere


FERRARI 6 -  In ripresa rispetto al Ferrari visto negli ultimi tempi. Combatte ed è sempre attento. Senza sbavature


CARACCIOLO 5 - Costa cara la sua amnesia sul secondo gol, quando perde di vista Felipe che castiga il Verona


VUKOVIC 6 -  Partita di ordinaria amministrazione. Non concede nulla e vigila


FARES 5,5 - Macchia la sua prestazione con un clamoroso autogol. Spettacolare nella ripresa la sua percussione quando si fa tutto il campo ma, ostacolato da Cerci, calcia su Gomis. Si esalta al galopoo negli spazi, La sua ideale collocazione rimane però un mistero. Centravanti non è di sicuro, esterno sì. Già, ma alto o basso...?


CALVANO 6 - Sostanza e ordine. Bel rientro (dal 26’st LEE 5 - Giusto il tempo per beccarsi un giallo per pacchiana simulazione)


ROMULO 5 - Per carità, l’impegno non viene mai meno, ma tutto il resto sì. Quest'anno è successo troppo spesso. E da uno come lui è grave


VALOTI 7 - Gran bel primo tempo, sua la rete del vantaggio. Gli ultimi tre gol su azione del Verona sono suoi. Esce per infortunio ( 4’st FOSSATI 6 - svolge il compito)


MATOS 5,5 - È un esterno naturale e si vede. In definitiva non combina granché. Non una novità. Domanda: Il Verona aveva bisogno di un giocatore con le sue caratteristiche? (dal 18’ st VERDE 5 - Non combina assolutamente nulla. Fumoso)


PETKOVIC 4,5 - Bello l'assist a Valoti in  occasione del gol. Poi il nulla. In avvio Cerci gli serve un pallone d’oro che lui calcia fuori. Poi spedisce una punizione in curva. Abulico e pachidermico. Nuntereggae più


CERCI 6 -  Gran bel primo tempo, con giocate di classe. Dà il massimo. Cala inevitabilmente alla distanza, vista la sua condizione. Impossibile chiedergli di più.


PECCHIA 5,5 -  Tutto sommato la squadra è messa bene in campo, e pure le scelte ci stanno. Rimane un dubbio che si fa amletico: Fares è un terzino, un’ala, o un centravanti. Non lo scopriremo nemmeno vivendo.  Detto questo, il Verona non lo salvava nemmeno Mourinho